SHARE

Cesenatico- (Paolo Maccione) Giornata insolita quella trascorsa lo scorso venerdì 29 agosto dal cesenaticense Marco Mercuriali, il noto velista e allenatore di match-race, consigliere ed esperto dei regolamenti di regata con all’attivo 4 partecipazioni alle Olimpiadi e 6 campagne di Coppa America, di cui cinque con Luna Rossa. Mercuriali, riconfermato nel team di Luna Rossa, ha aderito all’invito di Davide Gnola, direttore del Museo della Marineria di Cesenatico, che ha organizzato un’uscita in mare per festeggiare i 40 anni di Sputnik II, tipico cutter da spiaggia romagnolo antesignano delle moderne motonavi con le quali ancora oggi si trasportano i bagnanti per brevi gite lungocosta.

Navigazione su Sputnik II. Foto Maccione
Navigazione su Sputnik II. Foto Maccione

L’imbarcazione, lunga circa 10 metri, è stata costruita in legno nel 1974 dal cantiere Magnani di Riccione. Dopo il restauro questa “spiaggiarola”, come veniva chiamata, è entrata a fare parte della flotta di imbarcazioni storiche del locale Museo della Marineria, eccellenza a livello europeo vincitore nel 2013 del prestigioso Grand Prix, il concorso internazionale legato alla memoria dei porti del Mediterraneo.

Mercuriali e Gnola sullo Sputnik II
Mercuriali e Gnola sullo Sputnik II

A bordo di Sputnik II era presente anche un gruppo di giornalisti. Mercuriali ha raccontato quando da bambino usciva in mare su questi cutter, che hanno rappresentato la sua iniziazione alla vela prima di regatare sui Finn. Con l’occhio del professionista ha ricordato che “… anche sugli scafi d’epoca, dove i tempi di risposta alle manovre sono molto differenti, non puoi fare ciò che vuoi, ma solo quello che la barca ti lascia fare”. Dopo essere stato al timone ha fornito al direttore Gnola qualche consiglio sull’eventuale posizionamento di alcuni winch in coperta che aiutino l’equipaggio nella conduzione del cutter. Poi ha ricordato che oggi su tanti scafi moderni si sta tornando al sistema di scotta della randa proprio come quello montato a bordo di Sputnik II.

Chissà, magari in futuro vedremo anche Marco Mercuriali partecipare alle regate di vele d’epoca, come da anni stanno facendo con successo suoi illustri ex colleghi di Coppa America, da Mauro Pelaschier a Mauro Piani o lo stesso Dennis Conner, mito della vela mondiale.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here