SHARE

San Francisco, USA- Grazie a Sailing Anarchy, il sito americano leader per contatti velici al mondo, la comunità velica internazionale è finalmente in grado di leggere il report della Polizia di San Francisco (San Francisco Police Department) sulla tragedia nel maggio 2013 in cui perse la vita Andrew “Bart” Simpson.

Ecco il link per leggere le 86 pagine del report.

La conclusione è che l’incidente fu dovuto “a una manovra di puggiata con lo scafo di sinistra che finì in parte sott0’acqua causando il cedimento strutturale dell’AC72”, le cui parti intrappolarono sott’acqua il povero Simpson, chiudendolo praticamente tra i rottami. Non ci fu nessun ingavonamento (pitchpole). Non sono stati fatti comunicati ufficiali sul tema nè dal team Artemis Racing, di cui l’olimpionico inglese faceva parte, nè dai gestori dell’attuale America’s Cup. Ricordiamo anche che l’inchiesta formale è stata portata avanti obbligatoriamente, da normativa americana, dal SFPD, che ha il dovere di analizzare le cause di qualsiasi morte accidentale avvenga sul suo territorio.

Il Report contiene anche i fotogrammi del video dell’incidente, sin’ora mai resi pubblici e di cui vediamo qui sotto il fotogramma dell’attimo del cedimento strutturale.

Il fotogramma dell'AC72 appena spezzatosi in seguito al cedimento strutturale. Immagine SFPD
Il fotogramma dell’AC72 appena spezzatosi in seguito al cedimento strutturale. Immagine SFPD

Non passa neanche inosservato il fatto che tale divulgazione è stata fatta in concomitanza con la conferenza stampa degli skipper della 35th AC a Londra, di cui parliamo in una news a parte.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here