SHARE

Houston, Texas – Houston abbiamo un problema, scendendo da un’onda spaziale abbiamo esploso lo spinnaker… Perdonateci l’ironia, ma il progetto messo a punto dalla NASA inevitabilmente fa dilagare la nostra immaginazione fantascientifica. Di cosa stiamo parlando?

Al momento non vedremo velisti spaziali impegnati in microregolazioni su mezzi degni di un romanzo di Jules Verne, ma qualcosa di molto interessante bolle in pentola. Dopo un primo esperimento dei giapponesi nel 2010, ben riuscito, con la sonda Ikaros, e quello meno fortunato a stelle e strisce subito dopo, la NASA ci riprova con un progetto molto ambizioso. L’eccezionalità dell’esperimento è dato dalle dimensioni della vela e dalla sua tecnologia: una sonda, la SunJammer, spinta da una “vela” di un chilometro quadrato, viaggerà attraverso il nostro sistema solare per circa 1,5 milioni di chilometri. Il progetto potrebbe partire tra la fine di quest’anno e l’inizio del prossimo. Con quale vento? Con quello delle stelle.

La vela spaziale. Foto NASA
La vela spaziale. Foto NASA

Come teorizzato durante l’800 dal fisico spaziale Jeames Clark Maxwell, grazie all’elettromagnetismo, la luce delle stelle esercita su un corpo una pressione del tutto simile a quella del vento. Da qui l’idea dei ricercatori che stanno lavorando al progetto SunJammer: mettere a punto un’enorme superficie velica per volare attraverso lo spazio.

Una sola raccomandazione è d’obbligo: non dite niente a Larry Ellison, potrebbe venirgli in mente qualche strana idea spaziale per la prossima America’s Cup.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here