SHARE

Porto Cervo – Si è chiusa sotto una bella brezza da nord intorno ai 10 nodi l’edizione 2014 della Rolex Swan Cup & Swan 45 World Championship. Dopo una settimana di regate in condizioni meteo eccellenti per gli oltre 90 “cigni” in regata è tempo di bilanci.

La flotta degli Swan Maxi in avvicinamnto a Mortoriotto
La flotta degli Swan Maxi in avvicinamnto a Mortoriotto

Vittoria convincente, tra gli Swan 60, per l’equipaggio di Wohpe, che ha conquistato il vertice della classifica il primo giorno e l’ha difeso fino alla fine. Lo Swan 601 di Roberto Lauro, socio dello YCCS, ha chiuso la partita davanti ai francesi di Arobas, di Gerard Logel, e al team russo di Bronenosec di Vladimir Liubomirov.

Per la categoria Maxi è stato un finale tiratissimo durante l’ultima prova costiera. Il britannico Swan 82 di Nikata, con il primo posto nella costiera odierna, si aggiudica la vittoria con mezzo punto di scarto su Berenice Bis, lo Swan 80 di Marco Rodolfi, che a sua volta si piazza secondo sul podio, con mezzo punto di vantaggio sugli americani dello Swan 80 Selene.

Festeggia l’equipaggio dello Swan 56 giapponese Yasha di Yukihiro Ishida, che anche oggi è stato il primo tra i Grand Prix a tagliare il traguardo. Niente da fare per Music, lo Swan 53 sudafricano che, nonostante la vittoria di oggi in tempo compensato, si piazza secondo per un soffio. Sul terzo gradino del podio lo Swan 441 Best Buddies.

Con un colpo di coda finale, canta vittoria tra i Classic lo Swan 36 britannico Finola, di Chris Frost, grazie ai primi posti ottenuti nelle ultime due regate. Lo Swan 65 Shirlaf, in testa questa mattina, con il quarto posto ottenuto oggi si deve accontentare della medaglia d’argento. Chiude in terza posizione lo Swan 38 di Vincenzo Onorato, Mascalzone Latino.

L’appassionante testa a testa tra i tedeschi Earlybird ed Elena Nova, durato tutta la settimana, si è risolto con l’incoronazione di Earlybird di Christian Nagel e Hendrik Brandis come campione del mondo della classe Swan 45, per la quarta volta consecutiva qui alla Rolex Swan Cup. Secondo posto dunque per Elena Nova di Christian Plump che chiude davanti agli olandesi di No Limits.

La flotta degli Swan 42, infine, incorona vincitore il team di Natalia che chiude ogni discorso con un largo vantaggio sugli inseguitori. Il britannico Magical Mystery Tour di Edward Leask si aggiudica il secondo posto in classifica davanti a Cuordileone di Leonardo Ferragamo, Chairman del cantiere Nautor’s Swan.

Natalia Brailoui al timone di Natalia commenta la vittoria: “Sono molto felice, abbiamo avuto una splendida settimana. Non siamo sempre stati primi nella nostra flotta, ma siamo stati costanti e la costanza paga sempre. Sono circa quattro anni che questo equipaggio regata insieme e questa è la chiave del nostro successo. Ho piena fiducia nel mio equipaggio e questo mi aiuta molto. Siamo contenti di essere venuti qui a Porto Cervo, la flotta è splendida e lo spirito della classe meraviglioso. Come donna sono molto orgogliosa di riuscire a competere a questi livelli e mi diverto molto a farlo.”

Riccardo Bonadeo, Commodoro dello YCCS, saluta i partecipanti con queste parole: “Sono contento di chiudere la stagione con un evento storico come la Rolex Swan Cup. In trent’anni le barche si sono evolute, gli equipaggi sono cambiati, c’è più competizione, ma lo spirito dell’evento è rimasto immutato: la sensazione di appartenere alla grande “famiglia” Swan è qualcosa che vale per sempre.”

http://www.yccs.com/it/

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here