SHARE

Santander, Spagna- Dopo il vento leggerissimo finalmente i Mondiali di Santander hanno goduto di una giornata con vento instabile ma comunque sufficiente a garantire un buon numero di regate. Bene per l’Italia Giulia Conti e Francesca Clapcich negli FX sono terze (4-7-2), i giovani Francesco Rebaudi-Matteo Ramian e Matteo Pilati-Francesco Rubagotti, rispettivamente secondi (6-3 nella loro batteria) e quarti (8-2), e Lorenzo Bressani-Giovanna Micol, ottimi terzi nei Nacra 17 (3-8 i loro parziali).

Unici a restare un po’ a corto sono i Finn che hanno disputato solo una prova per ciascuno dei due gruppi, pur restando otto ore in mare. Motivo? Peter Reggio, il presidente del CdR, è rimasto imbottigliato tra il SE cadente, un tentativo di ENE e il S che non è riuscito ad entrare nel campo fuori Cabo Mayor.

Molto bella la prima prova dei Nacra 17, che ha visto protagonisti Lorenzo Bressani e Giovanna Micol, partiti al pin e primi ad andare a sinistra, virare e girare in testa la prima bolina, come documentiamo nel nostro video live della regata, a cui segue un’intervista a Lorenzo Bressani:

 

Lorenzo Bressani e Giovanna Micol duirante la prima prova che li ha visti protagonisti. Foto Taccola/FIV
Lorenzo Bressani e Giovanna Micol duirante la prima prova che li ha visti protagonisti. Foto Taccola/FIV

LASER STANDARD
Due le prove disputate dai 49 laseristi della Gold fleet sul campo di regata HP, con un vento che ha raggiunto i 15 nodi d’intensità: Alessio Spadoni è secondo nella prima, ma incappa in un 35mo nella seconda ed è 25mo in classifica (12-17-15-10-BFD-2-35 i parziali). Meglio di lui Giovanni Coccoluto, che grazie a un 24-9 di giornata è 13mo (1-9-36-13-7-24-9), a sette punti dal decimo. Giornata difficile per Francesco Marrai, 30mo nella classifica che ha nell’australiano Burton il leader.

LASER RADIAL
Le ragazze nella Gold fleet del Radial riescono a disputare soltanto una prova, conclusa dalle azzurre al 24mo (Silvia Zennaro) e al 48mo (Joyce Florida) posto. Dopo sei regate, al comando l’olandese Bouwmeester, mentre la Zennaro è 16ma (16-3-22-22-3-24) e la Floridia 20ma (5-9-10-20-32-48).

470 MASCHILE
Giornata super per i due giovani equipaggi italiani Francesco Rebaudi-Matteo Ramian e Matteo Pilati-Francesco Rubagotti: Rebaudi-Ramian, grazie a un 6-3 di giornata, sono secondi nella generale, mentre Pilati-Rubagotti, con un 8-2, sono quarti. Da sottolineare che oggi la Blue fleet ha disputato solo una prova, chiusa da Sivitz Kosuta-Farneti all’undicesimo posto, Falcetelli-Bernard al 12esimo e Savoini-Savoini al 13esimo. La classifica generale, quindi, è decisamente provvisoria visto che metà flotta può contare su tre prove, e l’altra metà su due.

Il riassunto video di day 5:

470 FEMMINILE
Dopo le due regate di qualificazione di oggi (4 in totale), l’unico equipaggio azzurro che riesce ad entrare in Gold, da domani, è quello formato da Elena Berta e Giulia Paolillo, 26me con i parziali 12-4-20-14. Al comando le inglesi Mills-Clark, mentre Roberta Caputo-Alice Sinno, 42esime, e Francesca Komatar-Sveva Carraro, 45esime, passano in Silver fleet.

Vittorio Bissaro e Silvia Sicouri. Foto Vincenzo Baglione
Vittorio Bissaro e Silvia Sicouri. Foto Vincenzo Baglione

FINN
Le due flotte del singolo Finn (78 barche in totale) tornano a terra dopo aver disputato una regata ciascuna: Filippo Baldassari è buon ottavo, Enrico Voltolini 12esimo, Michele Paoletti 14esimo ma con una protesta dalla Giuria che lo ha poi squalificato per aver toccato una boa, Simone Ferrarese 20esimo e Giorgio Poggi 25esimo. Vincitori del giorno l’australiano Oliver Tweddel e il favorito della flotta, l’inglese ex Luna Rossa Giles Scott.

Giles Scott, vincitore di una prova nei Finn. Foto Deaves
Giles Scott, vincitore di una prova nei Finn. Foto Deaves

RS:X MASCHILE
Quinta e ultima regata di qualificazione per i ragazzi delle tavole a vela, finalmente alle prese con un vento che ha toccato anche i 10 nodi d’intensità, e passaggio in Gold fleet per tutti e quattro gli italiani impegnati in questi Mondiali: Mattia Camboni, oggi nono, è 15mo in classifica (6-7-11/DPI-9-9), Daniele Benedetti è 29mo, Federico Esposito 41mo e Marco Baglione 42mo. A comando il polacco Piotr Myszka. Considerando che i posti per i Giochi di Rio assegnati a Santander sono 18, che le nazioni in Gold fleet sono 23 (c’è anche il Brasile, ma ha già il posto coe nazione ospitante) e che gli italiani sono ben quattro, la qualificazione dell’Italia, pur non essendo ancora matematica, è molto probabile.

49ER
Classifica incompleta anche per i 49er, con metà flotta ferma a due prove e l’altra metà a tre: oggi Giuseppe Angilella e Pietro Zucchetti ottengono un 22-7-32 come parziali, mentre Jacopo Plazzi e Umberto Molineris chiudono la giornata con un 40-22-30. Niente regate invece per Stefano Cherin-Andrea Tesei, Luca e Roberto Dubbini, Andrea e Alessandro Savio e Ruggero Tita e Giacomo Cavalli.

49ER FX
Partenza sprint per Giulia Conti e Francesca Clapcich, che chiudono la giornata con un ottimo 4-7-2 come parziali e sono terze nella classifica generale provvisoria (Genesio-Volpi, oggi BFD-16-22, sono 23me). Anche in questo caso però metà flotta ha portato a termine soltanto due prove (15-24 per Raggio-Bergamaschi), quindi la graduatoria è ancora incompleta.

NACRA 17
Stesso discorso anche per i Nacra 17, con due prove concluse per la Yellow fleet e una per la Blue. Protagonisti del giorno sono Lorenzo Bressani e Giovanna Micol, che ottengono un 3-8 che li proietta al terzo posto della classifica parziale che prende in considerazione solo i 34 equipaggi della Yellow, mentre Vittorio Bissaro e Silvia Sicouri sono 12mi (9-17). Nell’unica regata disputata dalla Blue, Salvà-Bianchi sono undicesimi, Porro-Banti 16mi e Bondì-Angelini 19mi.

Giulia Conti e Francesca Clapcich, FX. Foto Taccola/FIV
Giulia Conti e Francesca Clapcich, FX. Foto Taccola/FIV

Le regate di mercoledì 17 settembre, day 6, iniziano alle ore 11 con FX, 49er, RS:X,  F, Nacra, 470, Laser Radial, Finn. Previsto vernto da S sui 10-13 nodi, instabile, con cielo nuvoloso.

Il Live

15:15 Bressani-Micol sono ottavi in race 2 e ora sono terzi in classifica, Besson 1-1. Bissaro-Sicouri 12esimi, 9-17. Sui Finn il vento ha buchi e salta, ora siamo in attesa della seconda prova, ci sono 12 nodi ma molto ballerini.

13:40 bressani-Micol ottimi terzi nella prima prova, vince Besson, Cammas quarto, Bissaro-Sicouri noni in rimonta. bene.

13:25 Bressani gira secondo alla seconda bolina subito dietro ai francesi Besson-Riou, Cammas quarto, bissaro dodici.

13:15 Lorenzo Bressani e Giovanna Micol primi alla prima bolina di race 1 dei Nacra. Rufo parte un po’ lento al pin ma riesce a puggiare e ad andare per primo a sinistra, trova pressione, incrocia ed e’ primo. Bissaro-Sicouri partono al centro e girano intorno al 18.

Ore 11:35 Ammainata l’Intelligenza a terra per i Laser Radial e i 470. Si va in mare. Anche Finn, Nacra, RS:X e FX escono.

Ore 11:30 Nulla si muove a Santander e il vento ancora non c’è. Tutte le classi ancora a terra. Il grande villaggio dell’evento inizia ad animarsi di pubblico, sempre molto presente tutti i giorni.

Ore 9:30, i Laser in attesa del vento. Foto Tognozzi
Ore 9:30, i Laser in attesa del vento. Foto Tognozzi

Ore 10:30 E’ stata issata l’intelligenza a terra e le classi sono ancora tutte alle basi. Al momento il vento da ESE previsto non c’è e il Mondiale di Santander è ancora in attesa di un vento decente. I pratici locali ci hanno detto che settembre qui in Cantabria è un periodo normalmente a rischio vento.

Santander, Spagna- Si comincia alle 11 oggi qui a Santander, quinta giornata dei Mondiali ISAF classi olimpiche. Il cielo oggi è più grigio e la previsione per oggi dovrebbe dare venti da levante intorno ai 9-10 nodi. Alle 11 inizieranno Finn, Nacra 17, Laser, RS:X M e 470. Dalle 12 le altre classi. Programma intenso e si prevede una lunga giornata in mare, che seguiremo qui con copertura live e sui nostri canali twitter e facebook.

Il coach dei Nacra Gabriele Bruni traina il cat di Salvà-Bianchi ieri. Foto Tognozzi
Il coach dei Nacra Gabriele Bruni traina il cat di Salvà-Bianchi ieri. Foto Tognozzi
470 al rientro davanti al Palacio della Magdalena. Foto Tognozzi
470 al rientro davanti al Palacio della Magdalena. Foto Tognozzi

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here