SHARE

Parigi, Francia- Bisognerà aspettare il prossimo Salon Nautique di Parigi per conoscere la neonata in casa Fora Marine. Il cantiere francese si affida ancora una volta alla matita di Marc Lombard, a cui si deve la famiglia degli RM, per disegnare l’RM 1070, evoluzione del 1060 che probabilmente sarà mandato in pensione nonostante abbia soltanto quattro anni di vita.

Nonostante alcuni punti cardini della filosofia francese siano ripresi nel progetto di questo 11 metri, come la costruzione in compensato marino e resina epossidica, l’architetto francese apporta delle significative novità per quanto riguarda il disegno dello scafo. A iniziare dall’adozione della prua ad archetto e leggermente inversa, tipica dei catamarani lacustri e che in quest’ultimo lasso di tempo ha coinvolto sia altre categorie di multiscafi sportivi (come il Flying Phantom, il Tag 50 o i GC 32) sia barche votate alla crociera veloce o da regata pura come il Neo 400 di Semeraro-Ceccarelli o i Fareast. Aumenta di 20 cm la lunghezza al galleggiamento con conseguenti miglioramenti delle performance e della conduzione sotto tela. Il bordo libero è più marcato, il che riduce l’impatto estetico della tuga che riprende il motiv delle sorelle: una lunga finestratura ne avvolge elegantemente la struttura sinuosa e leggera per consentire agli ospiti una visione panoramica a 360 gradi.

Il nuovo RM 1070, evoluzione del 1060, sarà presentato al salone nautico di Parigi a dicembre
Il nuovo RM 1070, evoluzione del 1060, sarà presentato al salone nautico di Parigi a dicembre

Non cambia la misura del baglio massimo (4,00 m), abbondante come piace allo stile corsaiolo francese. Poppa larga e con spigoli, per garantire stabilità durante le divertenti planate al lasco. Di contro, per evitare alla barca tropo sofferenze in bolina, il designer ha previsto due lunghe rotaie per il genoa accanto alla tuga, così da aiutare la barca a risalire il vento registrando angoli più stretti. Tipica delle navigazioni offshore oceaniche è l’adozione della doppia pala dall’elevato aspect ratio. Due le configurazioni possibili per la chiglia: o basculante oppure doppia, ideale quando si naviga in acque dove il fenomeno delle maree è molto forte. In secca il cruiser potrà infatti facilmente poggiare su di essa.

A cambiare invece è il pozzetto, pensato per una conduzione in equipaggio, ideale se impegnato in regate. Alla barra del timone incontrata sul 1060 l’RM 1070 preferisce la doppia ruota. Una scelta che ha riconfigurato la distribuzione dei pesi nell’ampio ed ergonomico pozzetto, con il timoniere spostato più a poppa. I quattro winch sono concentrati accanto al tambuccio, dove possono lavorare in sinergia il tailer e il drizzista. Due panche lunghissime, sfruttabili come zona relax, completano il quadro di un pozzetto rivisitato e, forse, più sportivo. Dunque non c’è da stupirsi se tutte le manovre corrono a filo coperta.

ob_212ce7_rm-1070-fora-marine-vue-arriere
Il pozzetto, rispetto alla sorella minore, è stato rivisitato e migliorato per un equipaggio impegnato in regata. Alla barra è stata preferita doppia timoneria con ruota

Anche gli interni sono alla francese, funzionali e senza inutili fronzoli. La luminosità e la ventilazione interna sono garantite dalla ricchezza di punti di luce naturale presenti sulla tuga e lungo le murate. Il layout degli interni prevede due cabine e un bagno. Come da tradizione alle spalle del bagno si trova un ambiente da sfruttare come ripostiglio o calavele.

In quadrato cambia la disposizione di cucina e tavolo da carteggio. Quest’ultimo con comoda seduta frontale offre un importante tavolo dove distendere le proprie carte nautiche. Originale il disegno della cucina con piano cottura a murata e tavolo da lavoro, provvisto di lavabo, alle spalle della dinette. Si viene così a creare un unico ambiente in cui ospiti e cuochi d’eccezione potranno conversare aspettando che sia pronta la cena (o il pranzo).

Il layout degli interni
Il layout degli interni

Un’ultima osservazione. Per chi fosse interessato a sapere di più sull’RM 1070 e navigasse sul sito all’internod ella pagina dedicata, potrà divertrsi a interagire con diverse funzionalità elaborate dai grafici, come cambiare colore allo scafo oppure “giocare” con i movimenti della chiglia basculante.

Scheda tecnica
Progetto: Marc Lombard
Lunghezza scafo: 10,69 m
Larghezza: 4,00 m
Immersione: 1,15-2,92
Dislocamento: 4.900 kg
Sup velica: 75,20 mq
Prezzo: 186.000 euro

www.rm-yachts.com

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here