SHARE

Santander, Spagna- L’armatore bresciano Lanfranco Cirillo aveva un sogno velico, regalare qualcosa di nuovo alla classe su cui regata con passione da un paio d’anni, il Finn, e che gli ha fatto dimenticare in fretta il mondo degli armatori di monotipi e dell’altura, in cui pure aveva ottenuto risultati importanti. E’ nata così l’idea di un restyling completo del singolo olimpico, la barca più dura che si conosca. Una vera sfida fisica, mentale e umana che proprio in questi giorni sta vivendo a Santander uno dei suoi episodi più belli con l’ambitissima Finn Gold Cup.

Cirillo sul DFantastica Finn oggi a Santander. Foto Renedo
Cirillo sul DFantastica Finn oggi a Santander. Foto Renedo

L’idea è stata sviluppata con il cantiere Devoti Sailing di Luca Devoti e Roman Teply, che produce da ormai venti anni i migliori Finn usati dai velisti olimpici top e da centinaia di appassionati velisti in tutto il mondo. Il progettista che ha “ridisegnato” le linee d’acqua, elaborando le tolleranze previste dal regolamento di classe, è stato Juan Kouyoumdjian, argentino residente a Valencia già vincitore di due edizioni della Volvo Ocean Race e noto per le sue intuizioni in molte altre classi. In pochi mesi è nato il concept, seguito alla realizzazione del prototipo che è stato ufficialmente varato oggi a Valencia.

Il video del varo, con l’intervista a Lanfranco Cirillo e Luca Devoti:

IMG_6056

Il primo a navigare sul DFantastica, questo il nome del nuovo scafo che sarà costruito dal cantiere Devoti Sailing nei prossimi mesi come prodotto top della gamma che continuerà comunque a proporre il modello standard, è stato lo stesso Lanfranco Cirillo. Proprio Cirillo è il fautore di un programma di sviluppo della classe che supporta nel Fantastica Sailing Team lo stesso Michele Paoletti, in lotta per qualificare il Finn italiano a Rio 2016, il croato Ivan Gaspic e i giovani velisti russi Arkhadi Kistanov e Anatoliy Korshikov e di cui nei mesi scorsi hanno fatto parte anche altri giovani timonieri italiani. Un progetto di mecenatismo velico che proprio nel sostegno della vela agonistica pura ha il suo obiettivo.

Le innovative linee d'acqua del nuovo Finn, la differenza è ben visibile nel dritto di prua
Le innovative linee d’acqua del nuovo Finn, la differenza è ben visibile nel dritto di prua

Il DFantastica Finn appare subito assai diverso dagli stessi modelli recenti. Caratteristica la prua, alleggerita e più dritta, con volumi più piatti nella parte poppiera e un’aspetto decisamente più slanciato che, in qualche modo, ricorda addirittura le linee di un Flying Dutchman. La barca ha fatto la sua prima apparizione oggi nel Boat Park dei Mondiali di Santander, suscitando la curiosità della flotta del Mondiale.

La gallery del varo di Jesus Renedo:

2 COMMENTS

    • Ciao Luca, lo sappiamo bene, cresciuto a Treviso, ma adesso quando è in Italia risiede a Rondinelle (Brescia). Ciao

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here