SHARE

Genova- Clima positivo all’apertura del Salone Nautico di Genova. Dopo la cerimonia di inaugurazione ieri svoltasi alla presenza del Ministro delle Infrastrutture e Trasporti Maurizio Lupi e delle autorità locali, la 54esima edizione del Salone Nautico dalla tarda mattinata si è aperta al confronto e alla riflessione con un ricco programma di appuntamenti, conferenze e presentazioni.

Ha aperto i lavori del Salone la conferenza “L’economia nella nautica”, convegno organizzato da Ucina, confindustria Nautica che ha messo l’accento sui principali provvedimenti in essere e futuri, che potrebbero riconsegnare alla nautica il ruolo di motore di sviluppo in Italia. Presenti Paola De Micheli, vice capo gruppo PD alla Camera, Massimo Perotti, Presidente Ucina, Carlo Calenda, viceministro Sviluppo Economico e Gerardo Mastandrea, Capo Ufficio Legislativo Ministero Infrastrutture e trasporti in rappresentanza del Ministro Lupi.

La vela è protagonista delle darsene della Fiera
La vela è protagonista delle darsene della Fiera

Nel pomeriggio, durante la conferenza “Mare Sicuro 2014” il Comandante Filippo Maria Marini, Capo ufficio relazioni esterne Comando generale Guardia Costiera e il Comandante Giambattista Ponzetto, Caposervizio tecnico amministrativo della capitaneria di Porto di Genova, hanno presentato i dati nazionali sui soccorsi effettuati durante la stagione estiva dal Corpo della Capitaneria di Porto-Guardia Costiera con dettaglio sui laghi di competenza: Garda e Maggiore. Tra i dati presentati, significativo il decremento delle violazioni in materia di diporto passate da 2.238 del 2013 a 1.515 del 2014 indice influenzato anche da condizioni climatiche sfavorevoli e crisi. Mentre tra le cause di soccorso, il dato più alto riguarda “avaria al motore” (509); risulta in aumento rispetto agli anni precedenti il numero dei bagnanti soccorsi (970).

E ancora, su avanguardia e futuro delle tecniche di costruzione ha puntato Surfcrest, organizzatore della presentazione “Cantieri navali all’avanguardia: costruire in kelvet” introdotta dall’Ing. Maria Di Filippo che, parlando in termini di future applicazioni, ne ha sottolineato le principali caratteristiche, tra cui la robotica insolita protagonista della lavorazione.

Mentre World Area Holding anche quest’anno presente al Salone Nautico di Genova, ha presentato il progetto #World e l’ Ecoporto galleggiante, innovativa struttura galleggiante che non tocca fondale progettata anche per un’applicazione fuori laguna di Venezia, già presentata alle istituzioni. Il progetto World, ribadisce Francesco Signoriello Amministratore Unico di #World Area Holding e presidente del #Cisvam “è un contenitore innovativo della ricerca per la promozione del turismo nautico e fonte di investimenti stranieri e di internazionalizzazione per le imprese italiane”. A Ladispoli e in Sardegna le prime realizzazioni del progetto.

L’Advanced 44

Ieri è andata in scena anche l’anteprima mondiale per l’ultima nata del cantiere italiano Advanced Yacht, l’A44. La firma è di due nomi importanti del design italiano: Studio Nauta per gli interni e Roberto Biscontini per la carena. E’ un fast cruiser bello ed elegante che ha tra i segni distintivi il grande pozzetto a ruote gemelle e il notevole piano velico con che regala tanti “cavalli”, ma anche una notevole facilità di gestione. La costruzione è sofisticata per contenere il dislocamento, mentre l’immersione è di tre metri. Sottocoperta spicca la soluzione trasformabile per la zona centrale della barca: di giorno è parte integrante dell’area living, di notte diventa di fatto un’estensione della cabina di prua dell’amatore, che si trasforma in una vera suite. A poppa cabina doppia per gli ospiti e un grande bagno. Altro segni distintivi, infine, sono l’eccezionale cura per i dettagli e il notevole livello di tutte le finiture.

L'Advanced 44
L’Advanced 44

La scheda tecnica: lungh. fuori tutto m 13,46 – lunghezza al gall. m 12,70 – largh. massima m 4,25 – pescaggio m 3,00 – dislocamento a vuoto kg 7.100.

La giornata di oggi

Oggi, nella seconda giornata di Salone, alle 10.30, si è svolto l’incontro “La Nautica è turismo”, Sala Ucina (mezzanino Pad. B): confronto fra operatori della filiera dei servizi, della portualità e le autorità pubbliche, sulle tematiche legate all’applicazione dell’IVA turistica e della valorizzazione delle economie costiere legate alla nautica.

Parallelamente, al padiglione B, piano mezzanino, alle ore 15 si è tenuto il seminario “Dal Porto Turistico al Marina Resort: l’evoluzione dei servizi italiani al turismo nautico internazionale per tornare a crescere con l’Europa” organizzato da Ucina con Assomarinas (Sala Ucina).

Mentre nella vicina sala Carige, sempre alle 15, con l’incontro “Normativa: Il fisco che cambia” si è discusso di nautica e tassazione, nell’ottica degli interventi di tax compliance, alla presenza di commercialisti e magistrati tributaristi.

Per venerdì attesa per l’incontro con lo skipper di Luna Rossa Challenge Max Sirena, previsto alle 11:30 al Teatro del Mare.

www.genoaboatshow.com

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here