SHARE

Viareggio- Dal 9 al 12 ottobre l’associazione Vele Storiche Viareggio ha virato la boa del suo X Raduno,
evento di fine stagione che ha accolto nelle sue varie edizioni 121 fra imbarcazioni d’epoca, classiche e IOR per una piacevole festa del mare, della vela e delle antiche tradizioni della marineria e della cantieristica del restauro, che a Viareggio ha uno dei principali hub italiani.

Brezze regolari e poca onda hanno consentito ai 33 equipaggi di divertirsi a tirare fuori il meglio dalle proprie imbarcazioni. Dopo appassionanti ingaggi e duelli all’ultima boa fra gli equipaggi della Marina Militare – che ha schierato Stella Polare e Corsaro II – le prime classificate nei rispettivi raggruppamenti epoca e classiche sono state Stella Polare, l’elegante e veloce Skerry 30 Lill Yrsa, un progetto di Gustav Estlander del 1931, Ilda, il cruiser costruito a Recco nel 1945 su progetto di William Atkins, e il sorprendente Coi-Coi, un International Folkboat costruito nel 1976 dal cantiere svedese Marieholm.

Alzavola. Foto Iacopo Giannini
Alzavola. Foto Iacopo Giannini

Primo nella classifica IOR il one tonner Ojala II, un progetto di Sparkman & Stephens varato dal celebre cantiere olandese Royal Huisman nel 1973. Molte animate le sfide dirette, con premi messi in palio dagli stessi equipaggi, mentre la classifica stilata dall’AIVE per le barche munite di certificato di stazza CIM ha visto Corsaro II e l’8 M S.I. Margaret primi nelle classi Epoca e Classiche.

Nella giornata di apertura Enrico Zaccagni e Stefano Rossi, rispettivamente presidente e consigliere delle VSV, hanno annunciato il sostegno delle VSV all’importante progetto di recupero di Ranger, uno schooner aurico di 27 m. disegnato da Charles Drown Mower e varato nel cantiere Burger Boats di Manitowoc, Wisconsin nel 1914; nel pomeriggio il Prof. Andrea Caiti, la Dott.ssa Pamela Gambogi e il giornalista Walter Daviddi hanno illustrato del progetto Thesaurus per lo sviluppo di veicoli autonomi (AUV) per la ricerca archeologica subacquea. Il giorno successivo il Dott. Bruno Ravenni, Direttore generale beni culturali della Regione Toscana, e la curatrice Prof. Maria Carola Morozzo della Rocca hanno presentato il libro Yachts Restoration, patrocinato dall’Università degli Studi di Genova; al volume le VSV hanno dato un importante contribuito con i testi di Enrico Zaccagni e del Prof. Roberto Giacinti, rispettivamente sui temi del project management e delle normative vigenti nei restauri di imbarcazioni di valore storico.

Il Comandante Flavio Serafini ha poi raccontato il suo ultimo libro Le formiche del mare, sulla storia degli ultimi velieri commerciali della Toscana Nord Occidentale.

www.velestoricheviareggio.org

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here