SHARE

Cape Town, Sudafrica- Debutterà ufficialmente a febbraio, in occasione del Miami Boat Show, la novità in casa Leopard Catamarans, linea nata nel 2000 per volontà dei due soci John Robertson e Jerry Caine che, sulla scia dell’entusiasmo americano per i loro catamarani, decisero di partire alla conquista di quel mercato. Si tratta del nuovo Leopard 40, progetto firmato dagli architetti Simonis e Voogd che andrà a sostituire il piccolino di casa di 39 piedi. Attualmente è in costruzione negli stabilimenti sudafricani del cantiere localizzati a Cape Town, dove in 13 anni hanno visto la luce più di mille esemplari.

Catamarano studiato principalmente per le crociere a medio raggio, non disdegna navigazioni più impegnative grazie all’adozione di soluzioni più vicine al blue water cruising. Evoluzione centrata delle sorelle, il nuovo 40 piedi si distingue per la generosità dei volumi interni, incrementati notevolmente rispetto al progetto originario e più spaziosi rispetto a tanti altri 40 piedi concorrenti. I progettisti, d’accordo con il cantiere, si sono concentrati infatti soprattutto nei disegni degli scafi e degli interni.

B1 Publicity Exterior 61 - Screen
La porta-finestra a prua della tuga è il tratto più interessante della novità Leopard 40

Questi ultimi presentano delle opzioni che, se possono sembrare azzardate o in contrasto con la tradizione, dimostrano uno spirito innovativo di un certo interesse e peso. Ne è un esempio lampante la scelta di dotare l’imponente tuga di due porte-finestre scorrevoli, una a poppa e una a prua, con lo scopo di una maggiore areazione interna e per evitare di percorrere i passavanti dalle dimensioni contenute. Oltre, ovviamente, a creare un unicum fra esterni e interni, quasi si trattasse, tirandolo per la giacchetta, di una versione open.

Secondo quanto evidenziato dal layout, la cucina è prevista nella zona prodiera del quadrato, soluzione già incontrata nei monoscafi (in particolar modo lo studio italiano Nauta Design ne è stato uno dei principali fautori, come si può notare nel disegno dell’Advanced A60). Di contro la dinette è a poppa, accanto alla seconda porta scorrevole che la mette in comunicazione direttamente con la spaziosa lounge area esterna. Come da tradizione nei catamarani da crociera, il disegno della tuga garantisce una panoramicità suggestiva, assicurata dall’eleganti finestrature che corrono intorno alla struttura.

L'ampia lounge area è seprata dalla zona manovre: lo skipper può condurre il catamarano senza disturbare o essere disturbato
L’ampia lounge area è seprata dalla zona manovre: lo skipper può condurre il catamarano senza disturbare o essere disturbato

Così John Robertson ha commentato il Leopard 40: “Esso rappresenta l’ultimo tassello per completare e aggiornare la famiglia dei Leopard che garantisce spazi immensi a bordo. Un risultato che è stato possibile raggiungere grazie alla porta di accesso al quadrato, disegnata a pruavia della tuga, che offre anche una vista panoramica oltre a una migliore ventilazione per gli ambienti interni, particolarmente apprezzata quando si naviga ai Tropici”.

Personalizzabili gli interni, con diverse essenze tra cui scegliere. Il layout prevede tre o quattro cabine e due bagni. Nella versione a tre cabine l’armatoriale è dotata di una scrivania a murata, di un armadio più capiente e di un bagno dedicato. I bagni sono in Corian con docce e toilet elettriche.

Scheda tecnica
Progetto: Simonis e Voogd
Lunghezza scafo: 11,99 m
Larghezza: 6,72 m
Immersione: 1,25 m
Dislocamento: 9.340 kg
Sup. velica: 95,90 mq

http://www.leopardcatamarans.com

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here