SHARE

Cape Town, Sud Africa- Prosegue la rivoluzione a bordo di Mapfre. Dopo la sostituzione del navigatore, con Jean Luc Nelias al posto di Nico Lunven, Rob Greenhalgh è stato “convocato” dall’equipaggio di Iker Martinez al posto di Michel Desjoyeaux, formalmente “consulente a terra” ma secondo diversi rumor di banchina non in sintonia con l’anima spagnola di Mapfre, il grande deluso della prima tappa. Una curiosità è data dal fatto che in regata c’è anche la sorella di Rob, Libby, imbarcata come navigatore a bordo di Team SCA.

I due velisti inglesi sono i primi fratelli a partecipare al giro del mondo a vela su barche avversarie dall’edizione 1989/90 quando gli olandesi Tanja e Edwin Visser, rispettivamente imbarcati su Maiden ed Equity & Law furono concorrenti in mare.

Rob Greenhalgh su Abu Dhabi nella scorsa edizione della Volvo Ocean Race. Foto Dana
Rob Greenhalgh su Abu Dhabi nella scorsa edizione della Volvo Ocean Race. Foto Dana

Lo skipper di MAPFRE, l’olimpionico spagnolo Iker Martínez ha detto: “Cercavamo un timoniere molto, molto esperto che conoscesse bene sia questa barca che le vele. Il curriculum di Rob è fantastico, con una vittoria e un podio ed è conosciuto come watch captain, per la sua abilità di timonare veloce ed è anche molto forte fisicamente.”

Per ironia della sorte è stata proprio Libby Greenhalgh a guidare l’equipaggio completamente femminile al sesto posto, battendo MAPFRE nelle ultime miglia della prima tappa verso Città del Capo. “Sono felicissima di averlo come avversario” ha detto la navigatrice britannica. “Mi ha dato consigli fin dall’inizio del progetto di Team SCA. Quando ero indecisa se prendere parte o meno alla regata mi ha mandato un semplice sms che diceva: “Vai!”. Averlo vicino darà un sapore ancora più particolare alla regata. E, certo, che lo voglio battere!”

Rob Greenhalgh porta con sé una notevole esperienza. Ha partecipato a tre edizioni della regata, vincendo a bordo di ABN AMRO ONE nell’edizione 2005/06. Nel 2008/09 si classificò secondo con Puma e nell’ultima edizione quinto con Abu Dhabi Ocean Racing, attuale leader della classifica offshore.

“Mi hanno chiamato durante questo stopover, e poi è stato tutto un po’ frenetico, mettere a posto le mie cose a casa per poter entrare a far parte del team. Ho sempre voluto partecipare a questa edizione ma, a causa di altri progetti, fino a questo momento non avevo potuto essere della partita.” Come si sente a essere avversario della sorella minore? “Beh, non è la prima volta, siamo stati concorrenti altre volte ed è un’idea che mi piace molto.” E ha aggiunto: “So che la prima tappa non è andata molto bene per MAPFRE, ma siamo ancora alle prime fasi della regata. Credo che abbiamo ancora ottime possibilità per l’evento in generale. E nel team ci sono dei velisti davvero molto forti.”

Greenhalgh si unirà al gruppo di MAPFRE il prossimo venerdì e il giorno successivo prenderà subito parte alla prima regata, la Cape Town In-port race. La seconda tappa partirà invece dal porto sudafricano mercoledì 19 novembre.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here