SHARE

Abu Dhabi, EAU- Concluse con le Medal Race di oggi le ISAF World Cup Final di Abu DFhabi. I vincitori si sono portati a casa un assegno di 10.000 dollari su un montepremi complessivo di 200.000 dollari andato a chi è salito sui dieci podi. L’Italia ci è riuscita con il terzo posto di Giulia Conti e Francesca Clapcich negli FX, che bissano così il risultato del Mondiale di Santander. Quarto Francesco Marrai nella classe Laser Standard. Michele Paoletti ottavo e Filippo Baldassari decimo nei Finn, ottave Francesca Komatar-Sveva Carraro e none Elena Berta-Giulia Paolillo (470 F, con soli 11 iscritti), ottava Flavia Tartaglini e nona Laura Linares (RS:X F), ottavi Vittorio Bissaro-Silvia Sicouri e noni Federica Salvà-Francesco Bianchi (Nacra 17). Fuori dai dieci gli altri italiani. Ricordiamo che la regata era riservata a 20 equipaggi per classe, in base alle ranking list ISAF della World Cup.

Conti-Clapcich, bronzo in FX. Foto Renedo
Conti-Clapcich, bronzo in FX. Foto Renedo

Abu Dhabi ospiterà la tappa finale del circuito anche per i prossimi tre anni, la capitale degli Emirati si è rivelata il luogo ideale per esaltare lo spettacolo della vela olimpica, grazie alle perfette condizioni meteo e a una capillare organizzazione a terra.

Questi i vincitori nelle dieci classi: Zbogar (Slo, Finn), Shaw (Gbr, RS:X F), Giard (FRa, RS:X M), Belcher-Ryan (Aus, 470 M), Vadlau-Ogar (Aut, 470 F), Maloney-Meech (Aus, FX), Januszewski-Nowak (Pol, 49er), Burton (Aus, Laser), van Acker (Bel, Radial), Besson-Riou (Fra, Nacra 17).

Francesco Marrai, quarto nei Laser. Foto FIV
Francesco Marrai, quarto nei Laser. Foto FIV

La dichiarazione del Direttore Tecnico della FIV Michele Marchesini:

“L’edizione zero della finale di Coppa del Mondo ISAF di Abu Dhabi si chiude per noi con un bilancio positivo: l’appuntamento era importante per i nostri equipaggi ai fini della preparazione, un momento di confronto diretto in un contesto di alto livello, anche se dobbiamo sottolineare che, a differenza dei migliori stranieri, i nostri equipaggi hanno regatato tutti con scafi forniti dall’organizzazione. Una scelta per noi obbligata.

Ancora una volta saliamo sul podio grazie alla splendida prestazione di Conti-Clapcich, la cui stagione si chiude con un crescendo perentorio. Francesco Marrai, quarto nel Laser, conferma una crescita notevole e di essere oggi ad un livello vicinissimo a quello dei migliori interpreti della disciplina. Agrodolce la regata degli altri due equipaggi preselezionati per i Giochi Olimpici: Bissaro-Sicouri hanno patito il materiale sorteggiato dall’organizzazione e Flavia Tartaglini un doloroso infortunio al piede destro, in cui è incappata durante il secondo giorno. Silvia Zennaro sfiora invece la Medal race pari punti con la decima e fornisce un ulteriore segnale.

In generale la Squadra c’è e aumenta di solidità. Ora pensiamo a continuare la preparazione invernale, che si articolerà con sessioni e regata a Rio de Janeiro a dicembre per gli equipaggi più prestativi e quindi Miami per tutta la Squadra a gennaio. Nei mesi di febbraio e marzo solcheremo invece le acque del Golfo di Cagliari”.

Questa invece la dichiarazione di Vittorio Bissaro e Silvia Sicouri: “Abu Dhabi si é dimostrato un bellissimo campo di regata, ed il comitato é stato davvero efficiente: non abbiamo mai avuto attese né a terra né in acqua. Siamo soddisfatti di come abbiamo saputo interpretare il campo, riuscendo nella maggior parte dei casi a navigare in pressione e in fase con i salti di vento. Non é stato un punto forte invece la velocità della barca: da una parte non era la nostra, ma una imbarcazione affittata e con regolazioni molto diverse a quelle a cui siamo abituati, dall’altra forse si é sentita la mancanza di allenamento dato il meritato periodo di riposo dopo il Mondiale di Santander. Con questa regata inizia per noi ufficialmente il percorso che ci porterà alla stagione 2015, e non vediamo l’ora di cominciare a lavorare”.

http://www.sailing.org/worldcup/results

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here