SHARE

Milano- Politecnico di Milano e Fondazione Cariplo hanno messo a punto una speciale telecamera che consentirà di progettare e realizzare vele che rispondano davvero, e perfettamente, alle reali esigenze di utilizzo. I dati elaborati dal sistema consentiranno di analizzare il comportamento delle vele mentre sono issate e soggette all’azione del vento, di ottimizzarne la struttura, i profili, le regolazioni e, più in generale, la forma.

Questa speciale telecamera andrà posizionata sul piano di coperta dell’imbarcazione in una posizione tale da poter riprendere l’intera superficie della vela per acquisirne la forma tridimensionale. Il dispositivo utilizza per la ripresa delle vele la tecnologia del “tempo di volo” (TOF – Time of Flight), sia sotto forma di laser scanner che di telecamera 3D. Questa tecnologia  offre elevate prestazioni anche in cattive condizioni metereologiche (pioggia, nebbia e polvere), favorendo l’acquisizione di misure non disturbate da agenti esterni.

Il dispositivo brevettato dal Politecnico di Milano e Fondazione Carige
Il dispositivo brevettato dal Politecnico di Milano e Fondazione Carige

La forma della vela viene descritta tramite una nuvola di punti misurati sulla stessa mentre è in movimento. Tali punti sono poi collegati (interpolati) per riprodurre la superficie reale della vela in opera: l’immagine tridimensionale così ricavata può essere confrontata con quella teorica di progetto allo scopo di rilevare ed evidenziare le differenze tra forma attesa e reale.

Il dispositivo può essere utilizzato sia sui modelli in scala utilizzati per le prove nelle gallerie del vento sia sulle imbarcazioni in condizioni reali d’impiego.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here