SHARE

Mauritius- Sono arrivate le incredibili immagini del naufragio di Team Vestas Wind a Cargados Carajos Shoals. Qui l’intero girato con le immagini dell’incaglio al buio, le chiamate d’emergenza, l’abbandono nave, le dichiarazioni dello skipper Chris Nicholson sul reef e l’arrivo a Mauritius:

 

Il montaggio “cinematografico” di Volvo Ocean Race:

Le dichiarazioni di Maciel Cicchetti, l’italo-argentino di Team Vestas, all’arrivo a Mauritius:

Qui l’episodio 12 di Inside Track:

Intanto ecco alcuni frame dai video girati dall’Onboard Reporter Brian Carlin, dove si possono notare già i gravissimi danni alla barca, con la poppa completamente distrutta e la sua posizione sul reef. Un recupero alla navigazione appare completamente inverosimile in tempi brevi.

Team Vestas sul reef durante il recupero di parte dell'attrezzatura da parte degli uomini di Chris Nicholson
Team Vestas sul reef durante il recupero di parte dell’attrezzatura da parte degli uomini di Chris Nicholson
Lo skipper Chris Nicholson, il relitto e una delle zattere usate per l'abbandono nave
Lo skipper Chris Nicholson, il relitto e una delle zattere usate per l’abbandono nave
Immagine simbolica dei pensieri dello skipper Chris Nicholson
Immagine simbolica dei pensieri dello skipper Chris Nicholson
Maciel Cicchetti taglia i collegamenti elettrici nella poppa distrutta
Maciel Cicchetti taglia i collegamenti elettrici nella poppa distrutta
La poppa completamente distrutta di Team Vestas
La poppa completamente distrutta di Team Vestas
Il relitto sul reef
Il relitto sul reef
Il momento dell'impatto sul reef, a 19 nodi di notte
Il momento dell’impatto sul reef, a 19 nodi nell’oscurità più totale

Da notare, nel video, che l’equipaggio poco prima dell’impatto a 19 nodi sul fondale corallino, ha come il sospetto che qualcosa stia per accadere e in tre, tra i quattro uomini di guardia, si ergono sul lato di sinistra della barca come osservando qualcosa. Probabilmente qualcuno aveva udito il rumore delle onde che frangevano sul reef. Si distinguono le parole “What is this?”, ovvero “Cos’è?”, mentre tre uomini ceracno di vedere nell’oscurità.

Poi l’impatto durissimo e la barca che si stoppa immediatamente in balia delle onde. “Accidenti, ci sono rocce qui, ragazzi…” sono le oncitate parole che si sentono nel video. Poi subito: “Merda… chiudete le vele…”… “tenetevi…” quando le onde che scuotono la barca fanno pericolosamente passare il boma da parte a parte. Si sente la voce di Chris Nicholson che inizia a far luce sull’accaduto dando i primi ordini operativi.

Poi l’onboard reporter Brian Carlin che dice come “la sezione di prua è a posto, ma… (mentre la barca è scossa, Ndr). La barca non è più la stessa, dietro di me, dopo la paratia di poppa, c’è zero barca rimasta. I timoni se ne sono andati e la parte poppiera è fottuta… ma tutti sono salvi”.

Poi il briefing operativo, condotto con voce calma e concreta dallo skipper Chris Nicholson, che ripete la procedura di abbandono nave. L’equipaggio sulla zattera alle 4 di notte e poi le immagini all’alba.

Alla fine del video le parole dello skipper che chiariscono, al di là dei dettagli, cosa è successo:

“La scorsa notte è stata senza dubbio la peggiore della mia vita, e certamente lo stesso per i ragazzi, abbiamo colpito il reef duramente, a 19 nodi, con un impatto indescrivibile,… ora dobbiamo fare gruppo e vedere che possibilità ci sono e se sarà possibile andare avanti”. Poi le frasi chiave: “Come skipper alla fine io ho la responsabilità finale, ma ci sono diverse sezioni dove le persone scelte prendono controlli individuali su determinati  aspetti, in una di quelle aree è stato il punto di rottura, ciò che ha permesso che tutto questo accadesse. Come skipper non puoi essere al cento per cento in cima a ogni ruolo, devi credere nei singoli. Fuynziona così in ogni organizzazione, in tutto il mondo, è sempre lo stesso, devi aver fiducia nei singoli che facciano il loro ruolo”.

 

Le foto di Brian Carlin

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here