SHARE

Parigi, Francia- Il Salon Nautique di Parigi ha visto sabato scorso anche la premiazione della Routhe du Rhum, con Giancarlo Pedote decimo nei Class 4, Andrea Mura secondo nella classe Rhum e Alessandro Di Benedetto sesto negli Imoca 60. Una regata che ha portato soddisfazione all’Armatore dell’Anno 2013 Lanfranco Cirillo che, fedele al suo spirito di mecenate della vela e in linea con la sua voglia di aiutare giovani e talenti della vela italiana a ottenere risultati di rilievo nel panorama internazionale, ha deciso di affidare il suo Class 40 Fantastica a Pedote e di finanziare la sua partecipazione a questa importante regata.
Una regata a cui ha partecipato in veste di sponsor sostenitore anche Prysmian, che da 7 anni affianca Giancarlo Pedote come Main Sponsor dei suoi progetti.

Fantastica alla partenza del Rhum
Fantastica alla partenza del Rhum

Sabato pomeriggio il velista fiorentino ha ricevuto poi per la seconda volta consecutiva, il premio per il primo classificato nel ranking mondiale della Classe Mini.
La Classe Mini 6.50, infatti, ogni anno redige due classifiche (una per i prototipi e una per i serie) che includono tutti gli skipper che nel corso dell’anno hanno preso parte ad almeno una regata del calendario ufficiale della Classe. Si tratta di una classifica che premia la costanza dei risultati dello skipper, e quest’anno Giancarlo Pedote ha conquistato la prima posizione vincendo tutte e cinque le regate a cui ha partecipato.

Domenica 7, alle 14.30, Giancarlo Pedote ha poi ritirato la medaglia di Champion de France Promotion Course au Large en Solitaire, un titolo creato l’anno scorso dalla Fédération Française de Voile a complemento dei già esistenti campionati, per premiare i navigatori che si cimentano in regate oceaniche in solitario sulle più piccole imbarcazioni.
La classifica viene stilata su un punteggio assegnato in base ai risultati ottenuti dagli skipper in tre regate in solitario stabilite dalla Classe Mini, a cui vengono associati dei coefficienti di calcolo.
Per il 2014 le prove valide per il campionato erano la Pornichet Select, il Trofeo Marie-Agnès Péron, e Les-Sables-Les Açores-Les Sables, tutte vinte da Giancarlo Pedote e Prysmian.
Il 2014 è il secondo anno di attribuzione del premio, e il secondo anno che viene assegnato a Giancarlo Pedote, il primo navigatore a conquistare per due anni consecutivi i due titoli più importanti della Classe Mini. In quanto Champion de France Promotion Course au Large en Solitaire, Giancarlo Pedote ha presenziato poi all’esclusiva Soirée des Champions, nella serata di lunedì 8 dicembre. Un italiano che domina tra i francesi nella più francese delle discipline… Chapeau.

GIancarlo Pedote firma autografi allo stand Helly Hansen a Parigi
GIancarlo Pedote firma autografi allo stand Helly Hansen a Parigi

Riceviamo da Pedote l’annuncio di vendita del suo ormai celebre e velocissimo Mini ITA 747

PRYSMIAN ITA 747 IN VENDITA
E’ il prototipo che non ha bisogno di presentazioni, l’unica barca che ha vinto tutte le regate del circuito atlantico della Classe Mini 6.50 ad eccezione del Mini Fastnet (in cui ha ottenuto il 3° posto).
Primo Mini ad essere costruito con una prua rotonda, varato nel 2010, ha potuto usufruire nel corso degli anni di una serie di test, migliorie e puntigliose ottimizzazioni realizzate in uno dei migliori cantieri al mondo per i Mini (AMCO di Thierry Fagnent) che l’hanno portata a segnare due importanti record (Trofeo MAP e Pornichet Select) e a vincere quest’anno tutte le regate a cui ha partecipato, nonché il primo posto nel ranking mondiale e il titolo di Champion de France entrambi per la seconda volta consecutiva.

Pedote su Prysmian
Pedote su Prysmian

Una barca unica, che viene cosi “salutata” da Giancarlo Pedote:
“Prysmian ITA 747 è stata il corso di laurea più bello che potessi immaginare nell’ambito della vela. Una sfida intellettuale che mi ha stimolato dall’inizio alla fine.
Ricordo in particolare il momento dell’acquisto della barca, quando nessuno credeva che potesse essere veloce di poppa.
Molti hanno dubitato della mia scelta, alcuni hanno anche apertamente criticato, ma oggi posso dire di essere riuscito a dimostrare con i fatti che, grazie ad una serie di studi realizzati anche in collaborazione dell’architetto progettista, la mia scelta non era errata e che la barca ha un’ottima condotta in ogni andatura.
Prysmian ITA 747 è stata una continua esperienza di scoperta e crescita: in questi anni ho potuto osservare non solo come è possibile adattare il mezzo alle proprie esigenze, ma anche quanto sia interessante e importante avvicinare le proprie capacità di sportivo a quelle del mezzo su cui si naviga. Questo percorso mi ha arricchito profondamente e resterà per sempre scolpito dentro di me”.

La decisione di vendere Prysmian ITA 747 è sorta naturalmente:
“Io e i miei sponsor abbiamo voglia di crescere, di guardare verso nuovi orizzonti. Per questo abbiamo deciso di mettere in vendita Prysmian ITA 747 e presto annunceremo il programma per la prossima stagione”.

Per maggiori informazioni sulle caratteristiche dell’imbarcazione: www.giancarlopedote.it

1 COMMENT

  1. Pedote è bravo, ma questi premi non servono a niente, anzi sono specchietti economici, meglio la vela per gli appassionati comuni

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here