SHARE

Parigi – Mancano meno di due anni allo start del prossimo Vendée, ma i solitari che hanno in programma di sviluppare il progetto Globe sono già a lavoro da tempo, chi ancora alla ricerca del budget necessario, chi già a lavoro sulla costruzione di una nuova barca. Il Presidente di Saem Vendée Bruno Retailleau ha fatto il punto della situazione, in occasione del Paris Boat Show, annunciando la data del 6 novembre 2016 per lo start del prossimo giro del mondo in solitario senza scalo e assistenza.

Macif di Gabart, vincitrice dell'ultimo Globe e dominatrice delle ultime stagioni nella classe IMOCA. Chi rileverà la barca del giovin campione che ha annunciato la sua campagna in multiscafo?
Macif di Gabart, vincitrice dell’ultimo Globe e dominatrice delle ultime stagioni nella classe IMOCA. Chi rileverà la barca del giovin campione che ha annunciato la sua campagna in multiscafo?

La notizia importante è che i principali sponsor, Sodebo, la cità di Les Sables e il Consiglio della Vandea, rinnovano la loro partecipazione, assicurando già con due anni di anticipo il 90% del budget totale per la realizzazione della regata, un dato che permette agli organizzatori di potere lavorare serenamente e pensare a come sviluppare ulteriormente quest’evento di dimensioni globali, una regata che rappresenta una grande ricchezza per la Vandea e la Francia tutta.

Il prossimo Vendée sarà sempre più in diretta, con una maggiore copertura mediatica e molte più immagini live dall’Oceano, come insegna la Volvo Ocean Race. Sempre più quindi un grande reality show dei mari che avrà come protagonisti gli skipper solitari nelle loro peripezie intorno al globo. Sempre più regata vera e meno avventura, con lo sviluppi tecnologici dell’ultima generazione di IMOCA che promettono scintille e una preparazione degli skipper diventata ormai professionale per tutta la flotta.

La prossima edizione potrebbe vedere alla partenza 20 o 25 barche: 15 sono già sicuri, altri sono ancora a caccia del sostegno economico. Tra i quindici abbiamo 7 IMOCA nuovi in costruzione: Andrea Mura con il nuovo Vento di Sardegna, Morgan Lagravière (FRA / Safran), Armel Le Cléac’h (FRA / Banque Populaire), Alex Thomson (GB / Hugo Boss), Sébastien Josse (FRA / Groupe Edmond de Rothschild), Jean-Pierre Dick (St Michel-Virbac), Nandor Fa (HG / Spirit of Hungary).

Poi altri 8 con barche già naviganti:

Vincent Riou (FRA / PRB), Yann Eliès (FRA/Groupe Quéguiner), Jérémie Beyou (FRA / Maître Coq), Tanguy de Lamotte (FRA / Initiatives Cœur), Louis Burton (FRA / Bureau Vallée), Eric Bellion (FRA / Comme 1 seul Homme), Rich Wilson (USA / Great America IV), Armel Tripon (FRA / For Humble Heroes).

Secondo gli organizzatori vi sarebbero almeno altri 28 skipper interessati a partecipare, ovviamente molti nomi importanti della vela francese, che si stanno muovendo per realizzare il loro sogno: tra questi potrebbe esserci anche Giancarlo Pedote, che non ha mai negato le sue ambizioni verso questa regata. Resta da capire se lo skipper toscano abbia il tempo necessario per sviluppare un progetto competitivo, avendo precisato che una partecipazione con il solo fine di portare a termine la regata non è nei suoi piani.

http://www.vendeeglobe.org/en/

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here