SHARE

Sydney, Australia- Alinghi, il team svizzero di Ernesto Bertarelli, vince il circuito Extreme Sailing Series supportato da Land Rover 2014, dopo essersi aggiudicato anche l’Act finale conclusosi oggi a Sydney. Secondo posto finale per The Wave, Muscat e terzo posto per Realteam.

Missione compiuta per Alinghi: Morgan Larson e tutto l’equipaggio hanno vinto a mani basse sia l’Act 8 di Sydney. Le prime parole di Larson riassumono una stagione da incorniciare: “E’ stato un anno eccezionale grazie a una squadra eccezionale. Vincere il campionato e nello stesso tempo anche l’ultimo Act dell’anno con le condizioni meteo di Sydney, che è la miglior location del mondo per regatare, è un momento davvero speciale per tutti noi, che non dimenticheremo mai. Il livello di affiatamento che abbiamo raggiunto e il modo con cui regatiamo con questa barca mi fa pensare che possiamo vincere qualsiasi cosa con questo gruppo. Questa è la sensazione che mi ha accompagnato per tutto l’anno e probabilmente in tutta la mia carriera. Ciò mi rende particolarmente felice.”

Alinghi a Sydney. Foto Lloyd Images
Alinghi a Sydney. Foto Lloyd Images

Ernesto Bertarelli, patron di Alinghi ha così commentato il successo del team:
“La vittoria di Alinghi nel circuito delle Extreme Sailing Series 2014 è la miglior dimostrazione possibile dello spirito, della coesione, della dedizione e della passione che animano il team. Un successo  questoche arriva poco tempo dopo un’altra nostra importante vittoria, quella nel Vulcain Trophy e suggella una stagione agonistica di assoluto valore internazionale.
Voglio sottolineare l’eccezionale risultato del nostro equipaggio, brillantemente guidato da Morgan Larson. Sono stati concreti e competitivi in ogni momento dell’anno e la loro vittoria è voluta e meritata. Grazie inoltre all’impegno e alla sportività di tutti gli equipaggi che hanno partecipato, il circuito delle Extreme Sailing Series quest’anno è stato ancora una volta spettacolare e coinvolgente. Sono convinto che insieme abbiamo dimostrato che le regate one design, con tutti gli equipaggi in grado di regatare ad armi pari, non soltanto garantiscono maggiori emozioni e spettacolo, ma sono anche il miglior esempio possibile di marineria, di  fair play e di lealtà sportiva. Spero che questa nostra vittoria sia un esempio utile a coinvolgere le future generazioni di sportivi e a farli appassionare a questo fantastico sport che è la vela”.

Quindici nodi di vento e un bel sole australiano hanno caratterizzato l’ultima giornata di regate del circuito 2014 delle Extreme Sailing Series con migliaia di spettatori che sono stati testimoni delle più spettacolari regate dell’anno. Nel corso della sesta regata del giorno, una collisione tra Realteam e i beniamini locali di GAC Pindar ha causato la rottura del timone di questi ultimi e la successiva perdita di controllo della barca con relativa scuffia.

L’equipaggio di Alinghi composto da Morgan Larson, Stuart Pollard, Pierre-Yves Jorand, Nils Frei, Yves Detrey e Anna Tunnicliffe arrivava da favorito d’obbligo all’ottavo e ultimo Act della stagione, avendo già vinto quattro precedenti Act e non essendo mai sceso dal podio negli altri tre. La vittoria finale rimaneva comunque una sfida a causa del doppio punteggio che, per regolamento, veniva assegnato qui a Sydney, ultimo evento della serie.

Leigh McMillan e l’equipaggio di The Wave, Muscat, in seconda posizione in classifica generale prima dell’inizio dell’ultimo Act, arrivavano a Sydney pronti a dare battaglia, anche in virtù del fatto di essere stati i vincitori del circuito negli ultimi due anni: “Non è andata a finire come avremmo voluto – ha dichiarato Leigh McMillan, skipper di The Wave, Muscat – ma abbiamo comunque disputato una grande stagione grazie all’impegno e agli sforzi di tutto il team. Complimenti ad Alinghi che ha fatto meglio di noi. Torneremo l’anno prossimo ancora più determinati a combattere per la vittoria finale”.

Realteam alla sua seconda partecipazione al circuito, ha ottenuto il terzo posto superando la concorrenza di J.P. Morgan BAR e Oman Air. “E’ stata una stagione incredibile per noi che eravamo praticamente degli esordienti del circuito. Regatare qui a Sydney è stata un’esperienza indimenticabile, con condizioni meteo perfette e con il podio finale che ha gratificato tutti i nostri sforzi”.

Il video riepilogo della spettacolare giornata finale:

L’australiano Tom Slingsby, oro alle Olimpiadi di Londra nella classe Laser, all’esordio nel circuito al timone di Oman Air qui a Sydney ha regatato con la stessa confidenza di chi è nel circuito da anni, ottenendo oggi con Oman Air una prestazione eccezionale aggiudicandosi 70 dei 90 punti a disposizione e concludendo al quarto posto l’Act.

Non è stata invece una giornata positiva per un altro australiano, il campione olimpico della classe 470 nel 2008 in Cina Nathan Wilmot timoniere di GAC Pindar che, a causa di una collisione con Realteam, ha perso il timone di sinistra e il controllo della barca: inevitabile subito dopo la scuffia. Nessun danno alle persone ma Wilmot e il suo equipaggio sono stati così costretti al ritiro.

Sydney ha ospitato quest’anno per la prima volta il circuito delle Extreme Sailing Series che, nel 2014, ha fatto tappa in una serie di città internazionali come Singapore, Muscat in Oman, Qingdao in Cina, San Pietroburgo in Russia, Cardiff nel Regno Unito, Istanbul in Turchia e Nizza in Francia. 11 team internazionali hanno partecipato al circuito per contendersi il titolo di campione 2014 ,con cinque di loro che hanno condiviso le posizioni sul podio nel corso dell’anno.

L’ottava stagione delle Extreme Sailing Series si è conclusa con la disputa di ben 231 regate. Il circuito globale 2015 avrà inizio tra poco più di un mese e mezzo a Singapore, la prima di otto tappe in altrettante città internazionali che ospiteranno il circuito che ha inventato le regate stile stadio e che cresce anno dopo anno.

Classifica generale Extreme Sailing Series™ 2014
Posizione / Team / Punti
1° Alinghi (SUI) 85 punti.
2° The Wave, Muscat (OMA) 75 punti.
3° Realteam by Realstone (SUI) 61 punti.
4° Emirates Team New Zealand (NZL) 49 punti.
5° J.P. Morgan BAR (GBR) 49 punti.
6° Red Bull Sailing Team (AUT) 40 punti.
7° Oman Air (OMA) 38 punti.
8° SAP Extreme Sailing Team (DEN) 36 punti.
9° Gazprom Team Russia (RUS) 30 punti.
10° Groupama sailing team (FRA) 26 punti.
11° GAC Pindar (AUS) 13 punti.

Classifica finale dopo 26 regate disputate dell’Act 8 delle Extreme Sailing Series™ di Sydney supportato da Land Rover
Posizione / Team / Punti
1° Alinghi (SUI) Morgan Larson, Stuart Pollard, Pierre-Yves Jorand, Nils Frei, Yves Detrey 189 punti.
2° The Wave, Muscat (OMA) Leigh McMillan, Sarah Ayton, Pete Greenhalgh, Ed Smyth, Nasser Al Mashari 177 punti.
3° Realteam by Realstone (SUI) Jérôme Clerc, Arnaud Psarofaghis, Bruno Barbarin, Bryan Mettraux, Thierry Wasem 168 punti.
4° Oman Air (OMA) Tom Slingsby, Ted Hackney, Kyle Langford, Joey Newton, Ali Al Balashi 157 punti.
5° J.P. Morgan BAR (GBR) Ben Ainslie, Nick Hutton, Paul Campbell-James, Bleddyn Mon, Matt Cornwell 156 punti.
6° Red Bull Sailing Team (AUT) Roman Hagara, Hans Peter Steinacher, Mark Bulkeley, Shaun Mason, Stewart Dodson 151 punti.
7° SAP Extreme Sailing Team (DEN) Jes Gram-Hansen, Rasmus Køstner, Thierry Douillard, Christian Kamp, Brad Farrand 145 punti.
8° Gazprom Team Russia (RUS) Igor Lisovenko, Phil Robertson, Garth Ellingham, Pete Cumming, Aleksey Kulakov 143 punti.
9° Groupama sailing team (FRA) Franck Cammas, Tanguy Cariou, Romain Motteau, Thierry Fouchier, Hervé Cunningham 124 punti.
10° GAC Pindar (AUS) Nathan Wilmot, Seve Jarvin, Matt Mitchell, Tyson Lamond, James Wierzbowski 90 punti.

www.extremesailingseries.com

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here