SHARE

Praia a Mare- Un progetto per rilanciare e valorizzare il turismo nel Mediterraneo. Nasce da questi presupposti “Sulla rotta dell’Azzurro”, l’idea di due studenti universitari, Marco Lopez e Francesco Gaudioso, che sta riscuotendo apprezzamenti sui social network. Come ha spiegato Francesco, la “cultural route ci consente di compiere un vero e proprio percorso per riscoprire il fascino di alcuni luoghi che si affacciano sul Mediterraneo”.

Alla base la convinzione di entrambi che il Mare Nostrum vada pensato “come regione unitaria per fare in modo che i viaggiatori, soprattutto quelli provenienti dai Paesi esteri, possano avere un’offerta globale, creando un vero proprio network basato sulla co-creation dei partecipanti, in modo tale da creare una compattezza tra loro”. Il progetto coinvolgerà tutto il bacino mediterraneo dalla Francia alla Spagna, dalla Grecia all’Italia e prenderà in considerazione anche le isole come Corsica e Malta.

Camogli, una delle località interessate dal progetto "Sulla rotta dell'Azzurro"
Camogli, una delle località interessate dal progetto “Sulla rotta dell’Azzurro”

“Grazie ad un percorso fisico e virtuale- spiega Francesco Gaudioso – intendiamo creare un itinerario turistico-culturale focalizzato sul tema della valorizzazione dei villaggi dei pescatori e della pesca del pesce azzurro e la riscoperta della gastronomia tipica del bacino del Mediterraneo. Valorizzare la cucina tipica, la tradizione e la cultura dei popoli che vivono nei luoghi presi in considerazione. Tutto ciò utilizzando nuove forme di marketing del turismo, rendendo più accessibili le strutture presenti nei territori coinvolti e cercando di dare una nuova vita ai prodotti tipici locali”.

“Inoltre – continua il giovane universitario – spingeremo per far conoscere il territorio e le proprie tradizioni attraverso eventi culturali e tradizionali, utilizzando nuove forme di comunicazione come i social network, blog e i vari canali mediatici e promuovendo eventi tematici dedicati sia agli adulti che ai bambini. Creare un’esperienza unica per il visitatore”.

Marco Lopez, volendo entrare nel cuore del progetto, racconta: “Prendiamo in considerazione quattro centri italiani. Scilla in provincia di Reggio Calabria: le sue  origini sono antichissime, confuse tra mitologia e  storia. Sant’Angelo d’Ischia in provincia di Napoli è un antico borgo di pescatori dal fascino particolare. Segue Camogli, chiamata anche la “città dei mille bianchi velieri”,  nota per il suo porticciolo e per i palazzi variopinti sul lungomare. Infine Manarola in provincia di La Spezia che non ha bisogno di presentazioni “.

La suggestiva Centuri
La suggestiva Centuri

“Nel sud della  Francia – evidenzia Francesco – abbiamo scelto Sète per la forte identità culturale della località. In Corsica l’attenzione è caduta su Cap Corse Centuri. Da secoli porta avanti la tradizione della pesca all’aragosta e del pesce azzurro. In Grecia Fiskardo ci ha particolarmente attratti per la sua baia e le casette in stile veneziano “.

Così, partendo dalla riscoperta e dalla valorizzazione dei borghi dei pescatori, grazie a questo percorso fisico e virtuale, si arriva alla scoperta delle tradizioni locali, dei sapori, dei colori e dei profumi che li permeano. “Sulla Rotta dell’Azzurro” consentirà di entrare in contatto con il fascino tipico dei luoghi del Mediterraneo.

https://www.facebook.com/SRAzzurro?fref=ts  

sullarottadellazzurro@hotmail.com

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here