SHARE

Sorrento, Australia- Si respira aria di Olimpiade e America’s Cup al Mondiale dei Moth iniziato oggi a Sorrento, località turistica nella Baia di Port Philip, presso Melbourne, in Australia. Sono ben 159 i timonieri in regata al McDougall McDonaghy Moth Worlds 2015. Oggi sono state disputate le prime tre prove di qualificazione, con la flotta suddivisa in due gruppi. In testa l’australiano Nathan Outteridge, timoniere di Artemis e oro olimpico nei 49er con un 1-1-4. Secondo è il kiwi Peter Burling (7-2-1) di Emirates Team New Zealand. Terzo l’altro aussie Iain Jensen, prodiere olimpionico del 49er di Outteridge e anche lui membro di Artemis.

L'inglese Paul Goodison. Foto Thierry Martinez
L’inglese Paul Goodison. Foto Thierry Martinez

Bene l’inglese Chris Draper, uno dei timonieri di Luna Rossa Challenge, che con un 2-4-3 è al quinto posto considerando uno scarto ma al terzo con risultato netto. Sesto posto per Tom Slingsby, oro nei Laser e membro di Oracle Team USA, con 1-5-27. Sesto un altro membro di Luna Rossa, l’americano Bora Gulari (2-12-4), già iridato Moth in passato. Non mancano i campionissimi della classe e altri grandi nomi della vela internazionale come l’inglese Paul Goodison, l’australiano Glenn Ashby, lo svedese Freddy Loof, i kiwi Ray Davies e Dean Barker, il francese Philippe Presti, l’inglese Leigh McMillan, il francese Loick Peyron, a conferma di come il Moth sia ormai diventato la deriva cult per i grandi nomi della vela mondiale.

In questo contesto si segnala l’ottimo inizio di Stefano Rizzi, che con un 6-8-12 si colloca al 14esimo posto. Per gli italiani seguono: 42.Ferrighi Stefano; 54.Ferrighi Gian Maria; 127.Freddi

Il video promo dell’evento:

Le regate proseguono fino al 16 gennaio.

http://www.mothworlds.org/sorrento/

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here