SHARE

Genova – Lo spettacolo delle derive, quello della vela pura, è andato in scena a Genova nel primo weekend di regate in calendario nel vasto programma del Prima Zona Winter Contest. In acqua le classi 470, D-One e 420, che si sono date battaglia su 3 prove, tutte concentrate nella giornata di domenica dopo l’annullamento delle regate di sabato causa troppa onda. Tre regate con vento rafficato tra i 14 e i 20 nodi da 120 gradi, condizioni rese più impegnative dall’onda residua.

In regata con onda al PWC. Foto Giuffrè
In regata con onda al PWC. Foto Giuffrè

A non restare indifferente al fascino di un ritorno in deriva anche un veterano come Pietro D’Alì che, indossata muta e giubbotto, è sceso in acqua per dare fastidio ai giovani colleghi della classe 470.

La crisi del 470 italiano passa anche dai numeri, il PWC ne conta appena 7 tra gli iscritti. A spuntarla è il duo bel collaudato dello YCI Capurro-Puppo che con tre vittorie non lascia dubbi su chi era l’equipaggio più in forma in condizioni ventose. Alle loro spalle i fratelli Savoini, chiudono il podio Benedetta Di Salle (vincente sul 420 in attesa di conferme sulla nuova barca) e Alessandra Dubbini.

Buon assetto in planata per i giovani velisti di questo 420. Foto Giuffrè
Buon assetto in planata per i giovani velisti di questo 420. Foto Giuffrè

Spettacolo e buon livello tecnico in acqua per la classe 420: Panigoni-Mirra dello YCI con un buon 1-1-2 riescono a respingere nelle acque di casa gli assalti del fortissimo equipaggio Totis-Zanni della LNI Mandello, il terzo posto va a Cutaia-Porti della LNI Sestri Ponente.

La flotta D-One contava anche tre atleti ungheresi, il podio è tutto targato YCI: vince Alessandro Novi, davanti a Michele Mennuti e Camillo Colombo.

http://www.primazona.org/PWC_minisito.htm

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here