SHARE

Vittorio Bissaro e Silvia Sicouri vincono anche la Medal Race e certificano quindi la vittoria già ottenuta con una giornata d’anticipo.

“È stata una settimana divertente e stimolante”, ha commentato Silvia Sicouri, “Il campo di regata si è rivelato molto complesso, e riuscire a essere consistenti durante tutto il campionato è stata la chiave di successo. Fino all’ultimo giorno la testa della flotta era molto vicina in termini di punteggio: non abbiamo potuto abbassare la guardia fino all’ultimo. Negli ultimi eventi del 2014 abbiamo perso posizioni importanti in Medal Race, regata in cui è sempre difficile controllare le cose, e questa volta abbiamo dato il massimo per creare la massima separazione possibile dalla flotta ed evitare spiacevoli sorprese.”

Vittorio Bissaro e Silvia Sicouri alla premiazione. La foto è del loro coach Gabriele Bruni
Vittorio Bissaro e Silvia Sicouri alla premiazione. La foto è del loro coach Gabriele Bruni

Continua Vittorio BIssaro: “Durante questo periodo invernale stiamo facendo importanti prove sui materiali, e anche qui abbiamo avuto l’opportunità di avere conferme significative. Grazie al supporto delle Fiamme Azzurre, della Federazione Italiana Vela e dei nostri fornitori tecnici avremo modo di continuare questo lavoro nei prossimi mesi in cui ci alleneremo a Cagliari”.

Secondo posto di Conti-Clapcich negli FX dopo aver vinto la Medal race. Quarto posto finale per Flavia Tartaglini negli RS:X F. Ottavo Michele Paoletti nei Finn dopo una medal race conclusa al sesto posto, che gli consente di recuperare due posizioni. Decimo Mattia Camboni negli RS:X M.

Miami, USA- La Biscayne Bay di Miami vede il secondo successo consecutivo di Vittorio Bissaro e Silvia Sicouri. Le due neo Fiamme Azzurre, grazie a una giornata ottima con un 2-1 nelle due prove disputate con vento leggero, hanno portato a 26 i punti di vantaggio sui secondi, gli inglesi Saxton-Groves. Con la Medal Race di sabato, che assegna un massimo di 20 punti, la loro vittoria alla ISAF Sailing World Cup di Miami è intoccabile. Si tratta di un bis, visto che i due avevano vinto qui anche nel 2014. Un altro risultato importantissimo per l’equipaggio italiano, sempre più primo nelle ranking di specialità e una bella conferma perchè ottenuta in una flotta con tutti i migliori e in una grande varietà di condizioni meteo.

Bissaro-Sicouri, oro a Miami con un giorno d'anticipo. Foto US Sailing
Bissaro-Sicouri, oro a Miami con un giorno d’anticipo. Foto US Sailing

Bissaro-Sicouri sono uno dei quattro equipaggi che si sono già assicurati la vittoria alla vigilia delle Medal Race di sabato. Gli altri sono l’inglese Bryony Shaw nelle tavole femminili, l’altro britannico Giles Scott nei Finn e le neozelandesi Maloney-Meech negli FX.

La vela italiana entra in Medal Race anche con Giulia Conti e Francesca Clapcich, che partono da ottime seconde negli FX con un punto da difendere per conquistare l’argento nella Medal sulle iridate brasiliane Grael-Kunze. Flavia Tartaglini negli RS:X donne partirà da terza con due punti da difendere per il bronzo. Michele Paoletti è decimo nei Finn, con chance di rimontare un paio di posizioni in Medal. Da segnalare l’ottima giornata finale di Giorgio Poggi che, con 2-3, chiude al dodicesimo posto (32.Cirillo). Mattia Camboni parte da ottavoi negli RS:X uomini, classe in cui l’altro giovane Daniele Benedetti conclude sedicesimo con due primi parziali. In totale, quindi, cinque equipaggi nelle Medal Race delle dieci classi, un risultatoi medio migliore delle ultime uscite 2014 della squadra azzurra.

Giles Scott, oro nei Finn
Giles Scott, oro nei Finn

Nelle altre classi nessun italiano tra i primi dieci. Nel Radial la migliore è 19.Silvia Zennaro con Joyce Floridia 21esima. 33.Cosentino; 40.Faraguna. Nei Laser il primo dei nostri timonieri è Giovanni Coccoluto, 17esimo grazie all’8-3 ottenuto oggi con vento leggero. 30.Gallo; 32.Marrai; 49.Spadoni; 51.Benamati. Nei Nacra Bressani-Micol chiudono 16esimi, 28.Salvà-Bianchi. Nei 49er 15.Tita-Cavalli; 25.Angilella-Zucchetti; 26.Dubbini-Dubbini; 31.Plazzi-Molineris; 36.Cherin-Tesei. Nei 470 M 23.Sivitz Kosuta-Farneti e 36.Pilati-Rubagotti. Nei 470 F 24.Caputo-Sinno; 25.Berta-Paolillo.

Nella Paraolimpica terzo posto per Gualandris-Zanetti.

Miami, USA- L’ISAF Sailing World Cup delle classi olimpiche è pronta a riprendere il suo cammino 2015 dalla Biscayne Bay di Miami. 651 barche con 848 velisti da 63 nazioni sono iscritti all’evento, seconda tappa dopo quella disputata (da pochi equipaggi, in verità) a Melbourne. Le regate di qualificazione sono previste dal 26 al 30 gennaio, con il 31 gennaio dedicato alle Medal Race. L’Italia partecipa alla regata in Florida con diversi equipaggi.

Laser in regata a Miami
Laser in regata a Miami

Nei Nacra 17 (51 iscritti) attesa per il ritorno in regata di Vittorio Bissaro e Silvia Sicouri, neo Fiamme Azzurre, chiamati ad affrontare un 2015 decisivo da top team della classe. Presenti in Florida anche Lorenzo Bressani e Giovanna Micol, che puntano a confermare la loro crescita nel cat olimpico, e Federica Salvà e Francesco Bianchi. Nel cat misto c’è curiosità per lo spagnolo Iker Martinez, che temporeanamente sceso da Mapfre alla Volvo Ocean Race sarà in regata con la nuova prodiera Marina Lopez Casanova. La sua ex prodiera Tara Pacheco, sbarcatasi in modo burrascoso agli ultimi Mondiali di Santander, sarà a prua dell’altro olimpionico Fernando Echavarri e certo avrà poprtato con sé i segreti del timoniere basco… Interessante anche l’esordio dell’americano Bora Gulari, campione dei Moth e membro di Luna Rossa Challenge, che regaterà con Stephanie Hudson.

Nei Laser (129 timonieri) l’Italia si presneta con Francesco Marrai, Giovanni Coccoluto, Alessio Spadoni, Marco Gallo e Michele Benamati.

Nei Finn (42 barche) sono iscritti Giorgio Poggi, Enrico Voltolini, Michele Paoletti, accompagnato dal suo armatore-sponsor Lanfranco Cirillo, promotore del Team Fantastica.

Il Fan tastica Sailing Team con Lanfranco Cirillo e Michele Paoletti a Miami
Il Fan tastica Sailing Team con Lanfranco Cirillo e Michele Paoletti a Miami

Nei 49er (61 iscritti) per l’Italia regatano Angilella-Zucchetti, Cherin-Tesei, Tita-Cavalli, Dubbini-Dubbini e Plazzi Molineris. Negli FX (41 barche) Giulia Conti e Francesca Clapcich se la vedranno con tutte le migliori al mondo, a cominciare dalle iridate Grael-Kunze.

Nei Laser Radial (85 timoniere) regatano Silvia Zennaro, Joyce Floridia, Laura Cosentino e Martha Faraguna.

Nel 470 uomini (45 barche) per l’Italia regatano Sivitz Kosuta-Farneti e Pilati-Rubagotti. Nel 470 donne (31) sono iscritte Caputo-Sinno e Berta-Paolillo.

Negli RS:X uomini (78 windsurf) ci sono Marcantonio Baglione, Federico Esposito, Mattia Camboni e Daniele Benedetti. Nell’RS:X donne (39) regateranno Flavia Tartaglini, Laura Linares, Marta Maggetti e Veronica Fanciulli.

side-miami

In regata anche le tre classi paraolimpiche Skud 18 (con Gualandris-Zanetti), Sonar e 2.4.

http://miami.ussailing.org

La dichiarazione del Direttore Tecnico della FIV Michele Marchesini
“La regata di World Cup di Miami di quest’anno ha una rilevante particolarità: è l’ultimo evento con fattore di qualità ISAF Event Rank da 200 punti in programma prima della release della Ranking List del 2 febbraio, classifica che determinerà gli accessi alla tappa successiva della World Cup, in programma a Hyeres, ad aprile. Con l’appuntamento francese entrerà a regime quindi il nuovo sistema di restrizione degli accessi alle tappe di Coppa del Mondo, basato su un sistema misto (75 per cento da ranking mondiale e 25 per cento da eventi qualificanti). L’ottimizzazione del posizionamento dei nostri equipaggi in Ranking attraverso la partecipazione a Miami, quindi, è funzionale a quelli che saranno i successivi sviluppi di tutta stagione.

Proprio in quest’ottica la Federazione Italiana Vela ha profuso un impegno considerevole – logistico, organizzativo e d’impiego di risorse in genere – allargando all’intero team le convocazioni per queste regate in Florida. Al di là degli aspetti appena illustrati, si tratta come sempre di una regata dall’elevato livello internazionale, molto utile per la preparazione e quale metro di valutazione dello stato di forma dei nostri equipaggi rispetto agli avversari.

Dopo Miami completeremo la preparazione invernale a Cagliari, in previsione delle altre regate. Parliamo di una stagione, quella che inizia qui nella baia di Biscayne, molto importante, a mio avviso la più importante del quadriennio: ritengo che ciò che accadrà a Rio de Janeiro nell’agosto del 2016, sarà fortemente scritto nei risultati di quest’anno. Mi aspetto massima serietà e impegno da tutta la Squadra”.

 

2015 ISAF Sailing World Cup
Melbourne – 7-14 December 2014
Miami – 25-31 January 2015
Hyères – 20-26 April 2015
Weymouth and Portland – 8-14 June 2015
Qingdao – 14-20 September 2015
2015 Final Abu Dhabi – 27 October to 1 November 2015

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here