SHARE

Miami, USA-Vento forte (16-18 nodi poi aumentati a 25 con raffiche a 30) e buon inizio degli italiani all’ISAF Sailing World Cup di Miami, seconda tappa del tour mondiale 2015 (Coral Reef Yacht Club e US Sailing). Vittorio Bissaro e Silvia Sicouri (2-2-4) sono secondi nei Nacra 17, così come Flavia Tartaglini negli RS:X donne.

La squadra italiana a Miami. Foto FIV
La squadra italiana a Miami. Foto FIV

Nacra 17 (49 barche, 3 prove disputate)
Inizio eccellente per Vittorio Bissaro-Silvia Sicouri, che piombano subito al secondo posto nella classifica provvisoria dopo tre prove, dietro i neozelandesi Jones-Saunders e davanti ai vincitutto francesi Besson-Riou, grazie ai parziali 2-2-4. Lorenzo Bressani-Giovanna Micol dopo un buon 12-21 purtroppo rompono l’albero durante una scuffia in una terza prova al limite (25-30 nodi) e 38.Federica Salvà-Francesco Bianchi, anche loro con due prove non concluse.

L'albero rotto del Nacra di Bressani-Micol
L’albero rotto del Nacra di Bressani-Micol

49er (58 barche, 3 prove disputate)
Nella giornata super degli spagnoli Botin-Lopez Marra (1-2-1), Ruggero Tita-Giuliano Carotti sono decimi (14-6-5), seguiti da vicino, al 13mo posto, da Giuseppe Angilella-Pietro Zucchetti (4-9-17). Gli altri azzurri: 25.Stefano Cherin-Andrea Tesei, 27.Jacopo Plazzi-Umberto Molineris, 29.Luca Dubbini-Roberto Dubbini.

49er FX (40 barche, 1 prova disputata)
Una sola prova conclusa e soltanto 8 equipaggi al traguardo, in condizioni difficilissime. Tra queste non ci sono le azzurre Giulia Conti-Francesca Clapcich (DNC), mentre il successo in una regata per la sopravvivenza tra le scuffie è per le neozelandesi Maloney-Meech.

RS:X M (66 tavole, 3 prove disputate)
Ottima partenza per gli azzurri, subito a ridosso dei primi in una classifica cortissima (capeggiata dal francese Louis Giard): Daniele Benedetti è decimo (5-4-5), 17.Mattia Camboni, 19.Marco Baglione, 33.Federico Esposito.

RS:X F (37 tavole, 2 prove disputate)
Flavia Tartaglini è subito al top e con un 2-3 di giornata è seconda in classifica dietro la statunitense Lepert e davanti alla russa Maslivets. Le altre azzurre: 11.Laura Linares, 21.Marta Maggetti, 23.Veronica Fanciulli.

Finn (41 barche, 2 prove disputate)
Nella giornata che ha nel fuoriclasse inglese Giles Scott il solito dominatore con due primi su due regate, Michele Paoletti è buon decimo grazie a un 15-6 di giornata. Quindicesimo posto per Giorgio Poggi (19-12), 32.Lanfranco Cirillo, 35.Enrico Voltolini.

Laser Standard (111 barche, 2 prove disputate)
Nella sempre ultra competitiva classe Laser Standard, in testa il brasiliano Bruno Fontes davanti al kiwi Moloney e a Robert Scheidt: 17.Francesco Marrai (5-19), 19.Alessio Spadoni, 30.Giovanni Coccoluto, 34.Marco Gallo, 42.Michele Benamati.

Robert Scheidt con vento forte ieri a Miami. Foto US Sailing
Robert Scheidt con vento forte ieri a Miami. Foto US Sailing

Laser Radial (80 barche, 2 prove disputate)
Silvia Zennaro inizia subito bene la sua World Cup e grazie a un 6-9 nelle due prove disputate dai Radial, è decima nella graduatoria guidata dall’inglese Alison Young (1-1). Le altre azzurre: 20.Martha Faraguna, 41.Joyce Floridia e 64.Laura Cosentino.

470 M (45 barche, 2 prove disputate)
Buon inizio per Simon Sivitiz Kosuta-Jas Farneti, ottavi con i parziali 7-12 dopo due regate (in testa gli inglesi Patience-Willis); 32.Matteo Pilati e Francesco Rubagotti.

470 F (31 barche, 2 prove disputate)
Le neozelandesi Aleh-Powrie capeggiano la classifica con 2-2 come parziali, mentre i due equipaggi azzurri sono 18.Elena Berta-Giulia Paolillo, 10-27, e 22.Roberta Caputo-Alice Sinno.

Skud 18 (8 barche, 2 prove disputate)
Nella classe paraolimpica Marco Gualandris e Marta Zanetti esordiscono con due quarti posti.

www.sailing.org/worldcup/home.php

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here