SHARE

Sanya, Cina- Dongfeng vince anche la Inport race di Sanya e si prepara ad essere la lepre della quarta tappa della Volvo Ocean Race, che parte domani dall’isola di Hainan con rotta su Auckland dopo una lunga traversata del Pacifico occidentale. Dongfeng ha superato Abu Dhabi, che matiene la testa della classifica Inport Races, che ricordiamo varrà solo per risolvere eventuali parità alla fine del giro del mondo. Terzo posto per Alvimedica, con Alberto Bolzan nel ruolo di tattico.

 

Un momento della Inport Race di Sanya. Foto Sanchez
Un momento della Inport Race di Sanya. Foto Sanchez

Charles Caudrelier ha commentato così: “Dongfeng in cinese significa vento dell’Est e oggi il vento veniva proprio da est… Siamo fortunati qui in Cina!”. L’olimpionico britannico Ian Walker: “Un po’ frustrante, ma abbiamo ottenuto un altro buon risultato”.

Terzi sul traguardo, dopo aver condotto la prima parte della regata e aver sofferto di qualche problema con il Masthead 0, la grande vela avvolgibile utilizzata nelle andature di poppa che non si è arrotolata nel modo corretto, i giovani di Team Alvimedica sono riusciti a tenere a bada il veterano olandese Bouwe Bekking su Team Brunel.

Da notare che finora, oltre a tre vincitori diversi nelle tre tappe disputate, si sono avuti quattro diversi vincitori sulle quattro in-port corse, a dimostrazione di quanto sia alto il livello anche nelle prove fra le boe, e che l’ordine di arrivo della regata odierna sia esattamente lo stesso della terza tappa.

La prova si è svolta su un percorso a bastone di poco più di sette miglia totali, con una decina di nodi vento e fra due ali di barche spettatori e si è conclusa in poco meno di un’ora. Il comitato di regata ha dato il segnale dello start in perfetto orario e, a eccezione degli spagnoli di MAPFRE in ritardo, tutta la flotta si è lanciata sul percorso. Team Alvimedica ha condotto per tutta la prima fase, girando in testa alla prima boa e alla seconda, per poi dover lasciare la leadership a Abu Dhabi Ocean Racing, tallonato da Team Brunel. Ma Dongfeng ha attuato la sua strategia, ed è andato a cercarsi un vento un poco più fresco sul lato sinistro del campo di regata, risalendo in prima piazza e mettendo acqua fra sé e gli avversari tanto che alla quarta boa, il vantaggio era salito a oltre 200 metri. Abu Dhabi Ocean Racing ha fatto di tutto per cercare di recuperare, accorciando la distanza fino a 50 metri al penultimo giro di boa, ma Caudrelier e il suo equipaggio non hanno ceduto alla pressione e hanno colto una meritata vittoria, per la gioia dei numerosi fan cinesi presenti.

Incrocio tra Dongfeng e Abu Dhabi. Foto Sanchez
Incrocio tra Dongfeng e Abu Dhabi. Foto Sanchez

Dopo il terzetto di punta, è giunto Team Brunel e l’equipaggio femminile di Team Sca ha ottenuto la quinta piazza, non riuscendo a replicare il buon risultato della in-port di Abu Dhabi. Giornata ancora deludente per gli spagnoli di MAPFRE, solo sesti dopo uno start molto in ritardo. Lo skipper Xabi Fernandez ha spiegato che la cattiva partenza è stata causata da una penalità presa prima della partenza a un incrocio con Abu Dhabi Ocean Racing. “Abbiamo cercato di recuperare ma invece abbiamo accumulato distacco. Non una bella giornata per noi, ma non abbiamo rotto nulla e ora pensiamo a domani e alla quarta tappa.”

Come gli spagnoli, anche gli altri team, hanno ormai messo in archivio la regata di oggi e stanno ultimando i preparativi per la partenza della quarta tappa, in programma domani alle 14 ora locale (le 7 del mattino ora italiana).

Risultati Sanya Team Vestas Wind In-Port Race (con tempi di arrivo):

1. Dongfeng Race Team 14:54:29 – 1 punto

2. Abu Dhabi Ocean Racing 14:55:07 – 2 punti

3. Team Alvimedica 14:56:20 – 3 punti

4. Team Brunel 14:56:36 – 4 punti

5. Team SCA 14:57:30 – 5 punti

6. MAPFRE 15:00:03 – 6 punti

7. Team Vestas Wind – DNS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here