SHARE

Stewart Island, Nuova Zelanda – La Barcelona World Race potrebbe essere giunta a uno snodo decisivo: il duo ispanico-cileno di Neutrogena, Altadill-Munoz, attualmente in seconda posizione, ha comunicato dalla Direzione di regata di avere un problema tecnico, l’IMOCA 60 si sta dirigendo a sud della Nuova Zelanda per effettuare un pit stop e risolvere i problemi legati all’energia di bordo. Le difficoltà principali sarebbero legate a un problema al generatore.

L'Imoca 60 Neutrogena di Altadill-Munoz
L’Imoca 60 Neutrogena di Altadill-Munoz

Il regolamento della Barcelona World Race consente un pit stop della durata minima di 24 ore e massima di 8 giorni. Il sud della Nuova Zelanda dista circa 500 miglia dall’attuale posizione di Neutrogena, da raggiungere navigando di bolina larga, quasi traverso, con 25-30 nodi di vento e onde introno ai 4-5 metri. Il vantaggio attuale di Cheminées Poujoulat è di 317 miglia, destinato a essere più che raddoppiato nelle prossime ore: con uno scenario simile, e contro i pronostici, la classifica della Barcelona World Race per il primo posto sembra momentaneamente chiusa. Il distacco del resto della flotta sembra infatti momentaneamente incolmabile. In un giro del mondo però, come dimostra il disalberamento del favorito Hugo Boss, conta arrivare al traguardo e la strada verso l’arrivo di Barcellona è ancora lunga.

Tracking

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here