SHARE

Isole Caroline- Ancora guai alla rotaia della randa per Team Dongfeng. Ecco spiegata la scarsa velocità nelle ultime 48 ore per il leader della classifica generale della Volvo, che al rilevamento delle 10:10 UTC di oggi è sceso in ultima posizione, a 77 miglia dal leader Team Brunel. Fino all’alba di oggi (ora italiana) il ritardo era superiore alle 100 miglia, ma Brunel è ormai entrato nella fascia delle calme equatoriali e ha rallentato la sua velocità, che per tutta la scorsa settimana è stata superiore a quella degli inseguitori grazie alla vincente scelta nordista a Taiwan.

 

Per Brunel il vento inizia a diminuire a 300 miglia dall'Equatore. Foto Coppers
Per Brunel il vento inizia a diminuire a 300 miglia dall’Equatore. Foto Coppers

Proprio nella fascia delle calme equatoriali attende di giungere Dongfeng, solo lì infatti potrà riparare la rotaia della randa. Il leader Brunel si trova ora a 5° 33′ N, ovvero a 333 miglia dall’Equatore, che sarà probabilmente attraversato domani sera per la terza volta nel corso di questa Volvo Ocean Race. Si torna, infatti, nell’Emisfero Australe con rotta su Auckland, distante ancora 2.665 miglia. Abu Dhabi sta approfittando dell’effetto elastico tipico dei dolldrum e si è rifatto sotto, a 28 miglia. Terzo è Team Alvimedica a 42 e quarto è Mapfre a 54. Le ragazze di Team SCA sono quinte a 61 miglia e Dongfeng chiude a 77 miglia. Una classifica che potrebbe rimescolare assai le carte della Volvo, se Dongfeng non dovesse riuscire a rientrare almeno sul podio di tappa.

La fascia delle calme equatoriali appare assai estesa, complicando non poco ne scelte dei navigatori, così come i minuscoli atolli delle Isole Caroline disseminati lungo la rotta dei VO65. Brunel appare comunque in una discreta posizione di controllo. Ma per poter scendere a sud, per lasciare a dritta le Salomone e a sinistra le Isole Figi ci sarà ancora molto da soffrire per Bouwe Bekking e il suo navigatore Andrew Cape.

“Continuiamo a navigare mura a sinistra, è il decimo giorno della tappa. E’ un continuo passare di nuvola in nuvola, ci sono colpi di vento, un po’ di pioggia. Nelle ultime ore abbiamo fatto tantissimi cambi di vele. Ancora 48 ore in queste condizioni, poi il vento calerà purtroppo, e cominceremo a rallentare. Però abbiamo fatto un sacco di miglia nelle ultime giornate e siamo in un’ottima posizione per lottare ancora per la tappa. Tutto procede molto bene!” ha detto Alberto Bolzan da Alvimedica.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here