SHARE

Punta Ala- “Questo è un evento ideato e pensato per offrire il meglio agli armatori”. Già, in soli cinque anni il travolgente successo della 151 Miglia dello Yacht Club Punta Ala e dello Yacht Club Repubblica Marinara di Pisa consente a Roberto Lacorte, il suo ideatore, di sorridere con convinzione alla nostra domanda sul perché partecipare all’edizione 2015, la sesta di una regata che è già classica, che parte da Livorno il prossimo 30 maggio. Lacorte ci risponde nel bel salone dello Yacht Club Punta Ala, il porto di arrivo di una regata che, in 151 miglia appunto, tocca Marina di Pisa, la Giraglia, lascia l’Elba a dritta, doppia la maggiore delle Formiche di Grosseto, dopo essere partita da Livorno. Nè troppo lunga nè troppo corta, una notte e un giorno in mare (il record del 2011 è di 16 ore e 25 minuti, stabilito da Ourdream d Claudio Uberti), una rotta splendida con alcuni passaggi assai tattici (Elba all’alba) e una varietà di andature e, soprattutto, molti servizi e attività destinate ai protagonisti principali, i velisti e gli armatori.

La nostra intervista a Roberto Lacorte realizzata allo YC Punta Ala:

“La collaborazione con il nuovo Marina di Pisa a Bocca d’Arno ci consente praticamente di raddoppiare le possibilità di ormeggio per gli armatori interessati. A tre mesi dalla partenza siamo già a 40 barche iscritte e il nostro obiettivo, raggiungere le 151 barche, è verosimile”, ci spiega Lacorte, che con il presidente dello YC Punta Ala Alessandro Masini, è il vero motore propulsivo di questa regata.

Proprio questo contraddistingue la 151 Miglia rispetto ad altri eventi recenti, è una regata ideata dai velisti secondo i desideri e le esigenze dei velisti. Navette tra Livorno (importante l’apporto dello Yacht Club labronico), Marina di Pisa e Punta Ala, servizi accessori, un dinner party di gran livello in una scenografia magica come quella di Punta Ala, con il sole che cala dietro la “Troia” e l’Elba, tante barche con cui misurarsi e un impegno marinaresco comunque importante.

La partenza di una delle scorse edizioni. Foto Taccola
La partenza di una delle scorse edizioni. Foto Taccola

Ma come nacque questo progetto? “Erano anni che volevo fare una regata offshore mettendo a frutto tutte le esperienze che da armatore avevo fatto in anni di regate. Bisognava trovare un partner con cui confrontarmi. Ricordo che stavo navigando nel Golfo qui a Punta Ala, reduce da uno dei molti bagni in queste acque azzurre e pensavo che quella regata a cui stavo pensando da tempo, avrei potuto crearla proprio qui. Arrivai a terra e corsi a parlare con l’allora presidente Massimo de Sanctis. Loro sono un Club importante, con grandi esperienze. All’inizio mi dette del pazzo… ma capì subito la potenzialità dell’idea e partimmo”.

Alessandro Masini, presidente dello YCPA, e Roberto Lacorte, presidente dello YC Repubblica Marinara di Pisa. Foto Taccola
Alessandro Masini, presidente dello YCPA, e Roberto Lacorte, presidente dello YC Repubblica Marinara di Pisa. Foto Taccola

L’attenzione all’armatore è il punto focale della regata, sia dal punto di vista sportivo-tecnico con una rotta assai interessante, tecnica ma neanche troppo estrema, con il passaggio dell’Elba tatticamente decisivo, sia dal punto di vista della preparazione e dei servizi connessi. “Per l’edizione del 2015, l’obiettivo delle 151 barche è possibile, abbiamo un nuovo sistema d’iscrizione on line che funziona molto bene. Abbiamo poi compiuto un passo ulteriore, con l’internalizzazione della regata e l’arrivo dei maxi. Abbiamo già risposte positive. teniamo poi molto alle attività collaterali, dedicate anche alle persone accompagnatrici che possono fare una vera e propria vacanza in Toscana. Dal punto di vista del persorso, Marina di Pisa sarà potenziata, con due boe e vere tribune sulle scogliere che porteranno tutta la flotta a percorrere il lungomare pisano davanti a quel pubblico che già l’anno scorso si era radunato spontaneamente per ammirare lo spettacolo”. Non c’è dubbio, sarà un grande show…

Schermata 03-2457094 alle 20.18.22

L’albo d’oro

2010 Line Honour e IRC Sagamore, Paoleschi
2010 ORC .G, Guerzoni
2011 Line Honour e ORC Ourdream, Uberti
2011 IRC Xenia, Pfanner
2012 Line Honour Sagamore, Paoleschi
2012 ORC .G, Guerzoni
2012 IRC Capricci Ricci, Dubbini
2013 Line Honour Sagamore, Paoleschi
2013 ORC Prospettica, Gonzi
2013 IRC Aurora, Bonomo
2014 Line Honour Pendragon, Paoleschi
2014 IRC B2, Galli
2014 ORC Mandolino, Orombelli

Clicca qui sotto per il PDF del Bando di Regata:

Bando-Regata-151Miglia-20153

Schermata 03-2457098 alle 22.47.22

La 151 Miglia è anche sfida sui social, con il #falchettachallenge151

Scopri qui di cosa si tratta:

http://151miglia.it/news/scatta-il-contest-scatta-la-posa-piu-divertente-falchettachallenge151/

Appuntamento a:
LIVORNO e MARINA di PISA
il 30 maggio 2015
Dinner party a Punta Ala:
1 giugno 2015

Per iscriversi:
151miglia.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here