SHARE

Cagliari- Luna Rossa annuncia il passaggio alla fase 2 delloo sviluppo dei foiling AC45. Dopo oltre due mesi di allenamenti a bordo dei due AC45 “volanti”, il team Luna Rossa dedicherà i prossimi 40 giorni alle nuove modifiche strutturali dei catamarani decise sulla base dei test in mare dei mesi passati.

Luna Rossa AC45. Foto Borlenghi
Luna Rossa foiling AC45. Foto Borlenghi

Max Sirena, skipper di Luna Rossa, ha dichiarato: “La progettazione di qualunque imbarcazione vincente richiede una stretta collaborazione tra velisti, progettisti e shore team: ogni modifica è il risultato di mesi di test, di simulazioni, di una continua ricerca delle soluzioni più perfomanti, ma anche e soprattutto dei riscontri in  mare e del feedback che i velisti danno al team progettuale. Se questo è valido per tutte le imbarcazioni, lo è ancor di più nella progettazione dei catamarani full foiling, dove ogni parametro è portato all’estremo.”

Nelle prossime settimane il team si dedicherà quindi allo sviluppo delle modifiche che verranno sperimentate durante la nuova fase di test in mare prevista per metà aprile.

Nel frattempo è arrivata la conferma che la Regione Sardegna sovvenzionerà con un milione di Euro l’organizzazione del primo Act delle America’s Cup World Series a Cagliari (4-7 giugno 2015).

https://www.agi.it/cagliari/notizie/turismo_regione_contributi_america_cup_e_eventi_regionali-201503171951-cro-rt10216

I nuovi AC45 turbo foiling

In questa analisi del nostro esperto di aerodinamica Beppe Giannini, vediamo lo sviluppo in atto degli AC45 foiling, barche che come noto disputeranno le AC World Series in attesa degli AC62 del 2017.

Le prestazioni dei nuovi AC45 Turbo sono impressionanti, come da questo video di Artemis con 8-10 nodi a San Francisco:

Certo che sono barche completamente nuove, secondo il Protocollo l’unica cosa che rimane dell’AC45 originale è l’opera viva degli scafi. Nella versione originale degli AC45F si può notare la classica torsione della piattaforma, come in questa foto di Artemis a SF:

Artemis con un AC45 foiling versione 1
Artemis con un AC45 foiling versione 1

Si nota subito come l’AC45Turbo sia molto più rigido, come vediamo qui sotto nel caso di Oracle:

image copia 5
AC45 Turbo versione 2

Si notano la traversa e la deriva avanzata, l’ala è arretrata sul longherone centrale.

Artemis AC45 Turbo
Artemis AC45 Turbo

E si vedono nuove ali ad alto allungamento:

Le nuove ali ad alto allungamento
Le nuove ali ad alto allungamento

Le fiancate sono diventate svasate, pozzetti, pod centrale e timoneria a ruota con rake variabile:

AC45 Turbo di Artemis
AC45 Turbo di Artemis

Abbiamo iniziato a vedere un azionamento idraulico per camber e twist nascosto dalla “toppa” nera che vediamo nella foto a seguire. La cima gialla serve solo per virare rapidamente l’ala:

AC45 Turbo di Oracle Racing
AC45 Turbo di Oracle Racing

Andiamo a vedere cosa ci dobbiamo aspettare sulla base di quanto già fatto da Oracle e Artemis, con un certo grado di approssimazione perché i team stanno sì lavorando di concerto come forse mai visto prima, ma in compenso non si premurano di comunicare agli estranei le modifiche apportate a Protocollo e Regola di Stazza.

Il punto di partenza è che gli AC62 non possono scendere in acqua prima di agosto 2016. Fino a quella data i concorrenti non possono allenarsi o fare esperimenti su catamarani superiori a 10 m a meno che non siano derivati dagli AC45, i cosiddetti “non-surrogate yachts” secondo il linguaggio contorto del Protocollo.

Ora, i “vecchi” AC45 sono stati convertiti al foiling da tutti i team. Questo comporta nuove derive portanti con relative casse e meccanismi di variazione del rake (inclinazione longitudinale e quindi angolo di attacco della deriva), timoni allungati con stabilizzatori (alette all’estremità) e accorciamento del bompresso dato che alle maggiori velocità date dal foiling il gennaker non serve più, rimane solo il fiocco. Per inciso, questi “AC45F” regateranno già ai primi di giugno nelle prime World Series a Cagliari ma ad oggi non è stato pubblicato il Regolamento di Classe modificato (i maligni dicono per evitare che Oracle incorra in un altro scandalo per irregolarità come nella Coppa precedente), né chi ha definito le modifiche e prodotto i kit di conversione ufficiali che i team stanno adesso installando.

Da notare inoltre che, come detto da Max Sirena nella recente videoconferenza, Luna Rossa non userà i noti Piranha e Swordfish ma ha acquisito per questo la barca ex-Energy Team.
Avevamo però fatto presente tempo addietro che gli AC45 possono certo fare foiling (oddio, oggidì fa foiling pure il Laser), ma hanno il grave inconveniente di essere relativamente stretti e quindi poco potenti, e soprattutto la piattaforma è molto poco rigida alla torsione. Questo li rende inadatti a prove comparative accurate su vari tipi di derive e sistemi di controllo, fondamentali per la definizione dell’AC62.

Per questo motivo, e fermo restando che le World Series saranno disputate, salvo decisioni diverse, con i “semplici” AC45F,  il Protocollo permette di apportare modifiche molto più profonde per le barche destinate alla ricerca: in pratica si può cambiare tutto eccetto l’opera viva… Come detto all’inizio, Oracle e Artemis stanno già navigando a San Francisco, con Oracle in partenza per le Bermuda, su questi AC45″Turbo” (almeno così li chiama Artemis) e le prestazioni sono spettacolari: barche agilissime vicine a virare restando sui foil fin dalle prime uscite, toccati 45.8 nodi (la soglia della cavitazione…), polare in assenza di onda quella dell’AC7 …

Quest’ultimo dato può sorprendere, ma va considerato che i Turbo (come naturalmente i futuri AC62) hanno il grosso vantaggio che è consentito variare il rake anche per i timoni e quindi avere gli stabilizzatori che equilibrano in modo ottimale alle varie andature e intensità del vento. La conseguenza immediata è che diventa finalmente possibile spostare in avanti le derive (e aumentare la spinta propulsiva che la piattaforma può reggere) senza incorrere in quella instabilità che aveva provocato la famosa scuffia di barca 1 di Oracle.

Ultima cosa: dalle foto, è evidente che le nuove barche di Oracle e Artemis sono straordinariamente simili. Non è noto se questo derivi da accordi tra i due team (il Defender e un Challenger, ma con i nuovi tempi ..) oppure se si tratta di un progetto collegiale di tutti i team.

Analisi di Beppe Giannini

1 COMMENT

  1. sono io che cerco male o filmati attuali di “Luna Rossa AC45” non se ne trovano ? Su you-tube il più attuale è 2 anni fa…

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here