SHARE

Talamone- Cavalcata solitaria e seconda vittoria consecutiva per Michele Zambelli e il suo Illumia che, alla Arci650 del CV Talamone, conferma il successo della Fezzano-Talamone. Il velista di Forlì, coadiuvato dall’altro romagnolo Luca Filippi, ha dominato la regata toscana sin dalla partenza e per tutte le 160 miglia sulla rotta Talamone-Giannutri-Capraia-Talamone. Il prototipo Illumia 788 ha tagliato la linea d’arrivo alle 21:15:10 di sabato sera, con ben tre ore di vantaggio sui secondi, il Pogo 3 di Ferbach-Hartberg, inseriti nella classe proto.

Illumia alla partenza da Talamone. Foto Julliand
Illumia alla partenza da Talamone. Foto Christophe Julliand

Dopo lo start e le prime miglia Zambelli delinea subito un distacco con il resto della flotta e con il vento che rinfresca verso il primo way point di Giannutri Illumia 788 aumenta così le distanze. La risalita verso Capraia gode di andature portanti grazie al vento di scirocco che rimane costante, anche se non con il rinforzo previsto. Ma è dopo aver doppiato l’isola per il ritorno verso Talamone che Zambelli e Filippi fanno la scelta impopolare del bordo a sud, invece di proseguire verso la costa Toscana come ha fatto il resto della flotta. Il vento è ancora da Sud Est e costringe a diverse virate con bordi molto lunghi.
La velocità rimane costante e la scelta tattica porta i suoi frutti. In mattinata infatti la distanza con il resto dei Mini è arrivata già a oltre le 10 miglia.
Con 205 miglia percorse in totale, Michele Zambelli taglia il traguardo vincendo così per la teza volta l’Arcipelago 6.50 (2011 e 2012) e aggiudicandosi il secondo podio della stagione 2015.

Terzi overall sono Andrea Pendibene e Giovanna Valsecchi sull’altro Pogo 3 Pegaso, che hanno concluso alle 01:02 di oggi. Primo tra i Serie è l’Argo Sideral di Andrea Fornaro e Oliver Bravo de Laguna, quarto overall, che ha concluso alle 01:20 di domenica.

Andrea Fornaro: “Bellissima regata, ci siamo divertiti tanto, per me è stato bello avere Oliver a bordo, abbiamo imparato molto da questa esperienza, la barca ha navigato bene come sempre, ci è mancata un po’ di velocità in poppa ma sappiamo dove mettere le mani per le prossime volte. Finalmente vinco a casa mia e questo è davvero un piacere perché sono socio del Circolo Velico Talamone e quindi vincere qui è doppiamente una soddisfazione. Ora procede il nostro percorso verso la Mini Transat, altre regate, altra messa appunto, vele nuove.. e via!

Sideral di Andrea Fornaro
Sideral di Andrea Fornaro. Foto Taccola

Da segnalare il ritiro di Onlinesim di Alberto Bona e Nicola Gerin, che era partito con l’obbligo di una mano alla randa e il divieto di usare  lo spi in testa d’albero, dopo il mancato superamento dei test di raddrizzamento, obbligatorio in seguito all’adozione della nuova chiglia basculante.

Per i dettagli sulla regata, segnaliamo gli ottimi resoconti di Christophe Julliand sul sito della regata:

http://arcipelago650.classemini.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here