SHARE

Genova- Alberto Bona e Pietro D’Alì sul Proto Onlinesim hanno condotto il GP D’Italia dei Mini 650 per quattro giorni ma sono stati poi beffati per un solo minuto dai francesi di Voiles des Anges sulla linea d’arrivo a Genova alle 9:40 di oggi dopo 4 giorni e 21 ore di regata. Secondo il ranking ufficioso i francesi Pierre-Marie Bazin e Arthur Leopold-Léger hanno quindi vinto il GP. Terzo Michele Zambelli e Mary Renaud su Illumia, autore di un ottimo recupero in nottata fino a concludere 11 minuti dopo il duo di testa.

Onlinesim al passaggio di Giannutri. Al timone l'instancabile Pietro D'Alì. Foto James Taylor
Onlinesim al passaggio di Giannutri. Al timone l’instancabile Pietro D’Alì. Foto James Taylor

Tra i Serie vittoria di Nacho Postigo e Santurde sull’Argo spagnolo Vamos Vamos, che ha concluso alle 10:14. Per lui decisivo il passaggio a sud dell’Elba nella risalita da Giannutri a Genova. Quinto overall e secondo nei Serie è il francese Le Saucisson Hénaff diCharly Fernbach – Stéphane Le Diraison, arrivato alle 10:24.

Voiles des Anges. Foto Taylor
Voiles des Anges. Foto Taylor

Alberto Bona, raggiunte le banchine dello Yacht Club Italiano, ha dichiarato: “Abbiamo fatto una bella regata, siamo sempre stati davanti. A Giannutri abbiamo guadagnato un ampio distacco sui nostri avversari e fatto anche un bel passaggio nel Canale di Piombino dove siamo usciti veloci. A Capraia il vento ha mollato e il resto della flotta si è riavvicinata.  Con un’aria così debole abbiamo scelto di andare sotto costa per cercare un po’ di termica, conoscendo la zona avevamo paura di tagliare dritto verso Genova. I francesi invece hanno scelto questa rotta. Quando siamo arrivati all’altezza di Portofino eravamo davanti e li controllavamo: purtroppo a 3 miglia dall’arrivo il vento ha girato di 30 gradi e Voile des Anges ci ha passato.
Questa regata ci ha dato delle belle conferme per Onlinesim che ha fatto il suo dovere e cammina davvero bene. Con Pietro mi sono trovato benissimo”.

Tutti i dettagli su: http://gpimini650.classemini.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here