SHARE

Riva dl Garda- Il circuito della vela olimpica si sposta da Hyeres, dove si è svolta la terza tappa della World Cup, a Riva del Garda e sul Garda Trentino, dove il 6 maggio inizia la II Tappa dell’Eurosaf Champions Sailing Cup. Eurosaf è il Circuito Olimpico Europeo articolato in 5 tappe tra Spagna, Italia, Olanda Germania e Francia.

Per quanto riguarda l’Italia è l’unica occasione per vedere tutte le classi olimpiche e paralimpiche regatare insieme; assente solo la classe Finn per la concomitanza con il Campionato Europeo di classe a Spalato. L’evento, organizzato dalla Fraglia Vela Riva insieme ad alcuni circoli dell’Alto Garda come Lega Navale Italiana di Riva, Circolo Vela Arco, Circolo Surf Torbole e Fraglia Vela Malcesine, vede la partecipazione di atleti provenienti da 55 nazioni, tra cui molti paesi emergenti e oltreoceano: confermata la presenza da tutti e 5 i continenti con Australia, Argentina, Aruba, Canada, Corea, Brasile, Cina, Egitto, Giappone, Oman, Perù, Uruguay, Qatar, Singapore, Stati Uniti, India, Nuova Zelanda, Seycelles, Sud Africa, Isole Vergini, El Salvador, Bahrain, Guatemala per citare i più lontani.

Nacra 17 sul Garda
Nacra 17 sul Garda

Anche l’Italia ovviamente parteciperà con i suoi atleti di punta in un momento di preparazione, che ha così commentato il Direttore Tecnico azzurro Michele Marchesini: “Le due principali regate di classi olimpiche che si disputano in Italia, salvo le eccezioni di eventi continentali o mondiali come gli Europei RS:X in programma quest’anno a Palermo, sono i Campionati Italiani Assoluti e la Garda Trentino Olympic Week. Si tratta quindi di manifestazioni che rappresentano un momento di valutazione molto importante, non solo dello stato di forma degli atleti della Squadra Nazionale, ma anche e soprattutto delle qualità e dello spessore del movimento velico olimpico italiano. Movimento che in queste occasioni è rappresentato nella sua totalità da atleti che, supportati dai loro circoli o gruppi sportivi, hanno la possibilità di mettersi in mostra, motivo per cui lo staff tecnico federale è presente su tutti i campi di regata con finalità non solo di assistenza, ma di valutazione e osservazione dei giovani talenti italiani. Voglio ricordare, in proposito, che l’impostazione della Squadra per tutto il quadriennio olimpico, è quella di favorire sempre il ricambio e dare adeguate possibilità alle giovani leve di valore”.

Per il secondo anno anche tutte e tre le classi paralimpiche Sonar, Skud e 2.4 mR sono ben rappresentate con equipaggi, che vogliono regatare sul Garda Trentino – anche in vista dei Mondiali IFDS (Isaf Disable Sailing Association) per la prima volta organizzati in Italia e assegnati nel 2019 alla Fraglia Vela Riva, grazie anche al lavoro svolto dal consigliere federale con delega all’attività paralimpica Rodolfo Bergamaschi e l’azzurro Massimo Dighe.
Le classi olimpiche e paralimpiche saranno ospitate sull’Alto Garda grazie alla collaborazione di quei circoli che credono nell’eccellenza olimpica e nella collaborazione per l’organizzazione di grandi eventi: i Laser Standard e Radial avranno come base logistica la Fraglia Vela Riva, i 470 M e F la Lega Navale Italiana di Riva, i 49er il Circolo Vela Arco, le tavole RS:X il Circolo Surf Torbole e i Nacra 17 insieme alle paralimpiche 2.4 mT, SKUD e Sonar la Fraglia Vela Malcesine.

Tra le stelle della settimana lo spagnolo Iker Martinez, che sta alternando il cat olimpico alla Volvo Ocean Race con Mapfre, e il brasiliano Robert Scheidt, tornato al Laser dopo le vittorie in Star e che porprio sul Garda ha la sua base di allenamenti.

www.fragliavelariva.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here