SHARE

Lisbona, Portogallo- Sembra incredibile ma finalmente ci sono di nuovo sette barche in banchina pronte a sfidarsi nella tappa Lisbona/Lorient. Vestas è tornato e tutto il suo equipaggio, modificato e rimpolpato non vede l’ora di navigare. Domani, sabato 30 maggio andrà in acqua per la prima messa a punto. L’albero è nuovo , appena arrivato dalla Nuova Zelanda così come è nuovo un daggerboard e l’intero scafo.

I sette VO65 di nuovo insieme a Lisbona... L'ultimo della fila è Team Vestas. Foto Beltrando
I sette VO65 di nuovo insieme a Lisbona… L’ultimo della fila è Team Vestas. Foto Beltrando

La parola Vestas è diventata sinonimo di scoglio, errore di navigazione, incubo dei velisti….chissà cosa si dirà tra 10 anni? Di sicuro si è fatto un gran parlare di questo episodio e qui a Lisbona si sprecano gli adesivi e gli striscioni con testi tipo “welcome back vestas” .

Siamo vicini alla fine della regata, la macchina del “boatyard” procede come programmato e contrariamente alle precedenti edizioni si possono finalmente dare per scontate le cose principali:

Ci sarà una prossima Volvo con partenza nel 2017 e le barche saranno le 7 già prodotte più, si spera, un altro paio.

Il principio gestionale sarà lo stesso sperimentato con successo nell’edizione in corso, ovvero manutenzione accentrata e monitoraggio dell’intera flotta sia in regata che a terra.

www.volvooceanrace.com

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here