SHARE

Punta Ala- Dopo il successo della 151 Miglia-Trofeo Celadrin, regata che ha ormai raggiunto una dimensione di grande evento e ha ricevuto il plauso di armatori e veliosti per i notevoli servizi forniti a tutti gli iscritti, Punta Ala è pronta a celebrare la seconda edizione del Gavitello d’Argento-Yacht Club Challenge Trophy Bruno Calandriello.

La regata per squadre di circolo, organizzata dallo Yacht Club Punta Ala, con gli sponsor Pharmanutra, Prysmian e Slam, vede la presenza di ben tredici team, ciascuno formato da due imbarcazioni con certificato IRC e una con certificato ORC International. Sono quindi 39 le barche impegnate in una serie di prove tra le boe e in una regata costiera a partire da domani, venerdì 5 giugno, e fino a domenica, quando dopo le ultime regate in programma sarà assegnato l’ambito trofeo challenge istituito per ricordare lo storico Presidente dello YCPA Bruno Calandriello.

Un momento dell'edizione 2014 del Gavitello. Foto Taccola
Un momento dell’edizione 2014 del Gavitello. Foto Taccola

Campione uscente è la squadra dello Yacht Club Parma formata dal Sydney 46 GLS Stella, dal Farr 40 Farr Marmo e dall’M37 Coconut. In acqua, le squadra dello Yacht Club Chiavari, Yacht Club Costa Smeralda, Yacht Club Parma, Circolo Nautico San Vincenzo, Lega Navale Italiana sez. Firenze-Prato, Club Nautico Follonica, Yacht Club Livorno/Yacht Club Repubblica Marinara di Pisa, Yacht Club Santo Stefano, Circolo Nautico e della Vela Argentario (con due team) e il circolo organizzatore, lo Yacht Club Punta Ala, con tre squadre.

La flotta al completo, tecnicamente molto valida, formata da 26 imbarcazioni con certificato di stazza IRC e 13 con certificato ORC International, comprende scafi come il J122 Chestress 3 di Giancarlo Ghislanzoni, il nuovo Italia Yacht 9.98 Low Noise 2 di Giuseppe Giuffré, il GS 42 Race Cronos 2 di Valerio Battista, il First 36.7 Bluone di Leonardo Servi, il Cookson 50 Cippa Lippa 8 di Guido Paolo Gamucci (fresco di vittoria alla 151 Miglia in classe ORCi), il First 40 Lancillotto di Alberto Ammonnini, il Sydney 46 Stella di Cavalieri-Fava, il Farr 40 Farrmarmo di Alberto Franchi, l’M37 Coconut di Francesco Sodini, lo Swan 45 Thetis di Luca Locatelli, il Farr 62 Durlindana II di Giancarlo Gianni, il Mylius 14E55 Milù di Andrea Pietrolucci, il GS 40 Vag 2 di Alessandro Canova, l’X-342 Scemperix di Ferruccio Scalari e i due X-35 Dolcenera di Bisti-Lallai e Spirit of Nerina di Paolo Sena.

www.puntalagavitello.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here