SHARE

Punta Ala- Lo Yacht Club Costa Smeralda vince a Punta Ala la seconda edizione del Gavitello d’Argento-Yacht Club Challenge Trophy Bruno Calandriello. La squadra dello YCCS era formata dal First 40 Lancillotto di Alberto Ammonini, dal First 34.7 Vulcano 2 di Giuseppe Morani e dallo Swan 45 Aphrodite di Pierfranco Di Giuseppe. La regata per squadre di circolo organizzata dallo Yacht Club Punta Ala, con il supporto degli sponsor Pharmanutra, Prysmian e Slam, si è conclusa oggi nelle acque della Maremma.

La squadra dello YCCS con il Trofeo Bruno Calandriello. Foto Taccola
La squadra dello YCCS con il Trofeo Bruno Calandriello. Foto Taccola

Un successo meritato, quello ottenuto dal sodalizio del commodoro Riccardo Bonadeo, che ha chiuso con un totale di 45.1 punti, precedendo il team campione uscente, quello dello Yacht Club Parma (Stella di Cavalieri/Fava, Farr Marmo di Alberto Franchi e Coconut di Francesco Sodini, 58.6 punti) e la squadra dello Yacht Club Chiavari (Chestress3 di Giancarlo Ghislanzoni, Brainstorm di Stefano Mosca e Low Noise II di Giuseppe Giuffré, 92.5 punti). Quarto posto per il Circolo Nautico e della Vela Argentario e quinto per lo Yacht Club Santo Stefano.

Oggi le tredici squadre di club, per un totale di 39 barche con certificato IRC e ORC International, hanno disputato soltanto una regata, la sesta della serie iniziata venerdì, in condizioni di vento medio-leggero, prova che è stata vinta dallo Swan 45 Aphrodite in ORC e dal Sydney 46 Stella in IRC.

Lancillotto. Foto Taccola
Lancillotto. Foto Taccola

Il Trofeo della combinata 151 Miglia-Gavitello d’Argento è andato a Cronos 2 di Valerio Battista in ORC e Stella di Cavalieri-Fava in IRC. Apprezzata tutta l’organizzazione del trofeo, curata dallo Yacht Club Punta Ala del Presidente Alessandro Masini e del Direttore Sportivo Filippo Calandriello: l’appuntamento con la terza edizione del Gavitello d’Argento-Yacht Club Challenge Trophy Bruno Calandriello è per l’anno prossimo, sempre ai primi di giugno.

www.puntalagavitello.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here