SHARE

Barcellona, Spagna – Il Mondiale ORC chiama, la vela italiana risponde presente e lo fa in massa, per la caccia ai titoli iridati dal 27 giugno al 4 luglio. Sono tante le barche italiane che da vari punti della penisola stanno muovendo in queste ore alla volta di Barcellona, dove si terrà l’edizione 2015 dell’ORC Worlds Championship, sotto la guida del Real Club Nautico de Barcelona.

Dopo il dominio delle ultime stagioni l’attesa resta alta, ma attezione perché la flotta iberica non è della stessa consistenza di quella del Nord Europa e, come visto anche l’anno scorso all’Europeo di Valencia, ci sarà da faticare e da soffrire per le barche italiane di punta.

Il numero di iscritti definitivo supererà le 100 barche, andiamo a vedere nei tre gruppi quali saranno le italiane impegnate:

Gruppo A

E’ il regno dei Tp 52: questa barca nata con la box rule e impostata su un circuito professionistico di altissimo livello, vive nelle ultime stagioni un ricambio in favore dei progetti più recenti. Le barche che escono quindi dal circuito delle 52 Super Series vivono nuova vita nelle regate a compenso ORC, dopo le dovute ottimizzazioni. Ecco che infatti troviamo due Tp 52 italiani che se la giocheranno sempre per le vittorie in tempo reale, Airis di Cesare Bressan ed Enfant Terrible di Alberto Rossi, campione in carica a Kiel. Non saranno certo gli unici Tp del gruppo A: saranno altri tre i Tp in regata in questo gruppo, uno spagnolo e altri due con bandiera Thailandese e inglese. Nutrito il resto della presenza italiana: ci sarà il Mylius 14e55 di Andrea Pietrolucci, lo swan 45 Random Research di Andrea Masi, il Sydney 46 GLS Stella di Stefano Fava e lo Swan 45 Thetis di Locatelli.

Gruppo B

Anche qui l’Italia è numericamente forte. Ci saranno il Grand Soleil 40 Ottovolante di Fabio Santoro, il Farr 40 Farr Marmo di Alberto Franchi, il First 40.7 Garbin II di Marco Sustersich, l’IMX 45 Giumat +2 di Flavio Enrico Trusendi, il Grand Soleil 43 Reve de Vie di Ermano Galeati, l’X-41 Sideracordis di Pier Vittorio Grimani e la gemella WB Five di Gianclaudio Bassetti. Il gruppo B si prevede come equilibratissimo, ma i favori della vigilia vanno allo Swan 42 spagnolo Movistar di Pedro Campos.

Low Noise 2 di Giuseppe Giuffrè durante la Settimana di Alassio 2015. Foto Carloni
Low Noise 2 di Giuseppe Giuffrè durante la Settimana di Alassio 2015. Foto Carloni

Gruppo C

Potrebbe essere il territorio di conquista delle italiane, i presupposti ci sono tutti. Tre nomi favoriti: l’Italia 998 Low Noise 2 di Giuseppe Giuffrè va a Barcellona per vincere, ma sono anche alte le ambizioni del campione italiano in carica, il T34 Angry Red di Domenico Cicala e del pluri iridato mondiale Scugnizza, l’NM 38S di Enzo De Blasio. La flotta italiana non è rappresentata solo da questo trio, dalla Sicilia arrivano in tanti: i due First 35, South Kensington di Alessandro Coniglio e Squalo Bianco di Concetto Costa, il First 34.7 Julest et Jim di Brucato e il Grand Soleil 37 Sagola Biotrading di Beppe Fornich. Completano la flotta italiana il Dufour 45 Northern Light di Fabio Bignoli e il Grand Soleil 37 Valhalla di Francesco Bruna.

http://www.barcelonaorcworlds2015.com/

http://www.rcnb.com/en

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here