SHARE

Riva di Traiano- Partita ieri sera la Roma-Giraglia 2015, regata estremamente tattica, per la quale è fondamentale una buona lettura del meteo. In esde di briefing il Presidente del Circolo Nautico Riva di Traiano Alessandro Farassino ha dato il benvenuto ai regatanti, augurando loro Buon Vento, seguito da Matteo Miceli, che ha dovuto dare forfait all’ultimo momento per l’indisponibilità del Class 40 di Mario Girelli, rientrato malconcio da un charter.

“E’ una regata bellissima, con tante decisioni da prendere – ha ricordato Miceli – e mi spiace molto di non esserci. C’è il passaggio dell’Elba quasi sempre decisivo, che terrà occupate le menti dei tattici. Io l’ho fatta molte volte e una volta addirittura, per quanto mi piace questa rotta, l’ho seguita in solitario su Biondina Nera”.

Giancarlo Gianni al timone di Durlindana
Giancarlo Gianni al timone di Durlindana

Alla partenza, il vento è stato abbastanza debole, ma non ha impedito una partenza molto aggressiva, con la ricerca della boa che per poco non ha portato a una collisione. Il vento è però salito dopo un’ora dalla partenza e nella notte tenderà a ruotare a Nord Ovest e poi a Nord Nord Ovest e ad  aumentare sino a 14/15 nodi nel canale tra il Giglio e la Corsica.

Dopo la partenza, la flotta si è divisa in due: una metà ha puntato decisamente a ovest e un’altra metà ha proseguito diritta lungo la costa.
Al rilevamento delle 21:00 in testa c’era Durlindana 3, il Carrol Marine 60 di Giancarlo Gianni, che corre la X2 in coppia con Antonio Latini. Ma le distanze sono minime con Jolie, First 45 di Marcello Bernabucci (X2), con Malù, First 44.7 di Marco Fulcio (X Tutti) e con Sir Biss, Sidney 39 con al timone Marco Marchi (x Tutti).
La premiazione avverrà domenica 28 giugno alle ore 19:00 in Piazzetta dei Marinai.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here