SHARE

Malcesine- Giornata lunga e impegnativa al Red Bull Foiling Generation, ma la buona notizia è che tutti e 30 i ragazzi sono stati ammessi a disputare le regate in programma da venerdì a domenica. I direttori tecnici Roman Hagara e Hans Peter Steinacher hanno testato i ragazzi sia tecnicamente sia fisicamente, senza risparmiarsi, e alla fine hanno dato luce verde a tutti. Da domani si regata in prove di 20-25 minuti, da disputare praticamente in apnea con partenza al traverso, poppa bolina poppa e arrivo ancora al traverso. Si respira aria di America’s Cup e si farà sul serio, tanto che a dirigere le operazioni Red Bull ha chiamato addirittura John Craig, PRO dell’ultima edizione della Coppa a San Francisco 2013.

Botticini-Busonero in foiling con Ora a 9 nodi. Foto Tognozzi
Botticini-Busonero in foiling con Ora a 9 nodi. Foto Tognozzi

Sulla giornata pubblichiamo il commento tecnico di Enrico Zennaro, che sta lavorando proprio alla costruzione del prossimo team italiano alla Red Bull Youth America’s Cup del 2017.

“Oggi la giornata per i ragazzi è stata molto impegnativa perché l’appuntamento era alle 7:30 per uscire con il Peler ma, visto che il vento soffiava troppo forte, la mattinata è stata impegnata con dei test fisici. I ragazzi hanno ottenuto ottimi risultati battendo di gran lunga i precedenti risultati dei giapponesi e degli inglesi (che hanno avuto nella loro nazione l’evento Red Bull Foiling Generation prima dell’Italia). Il piu forte e’ stato Matteo Celon che ha ricevuto i complimenti da parte degli istruttori.

Le barche sono scese in acqua alle 12:00 per rientrare alle 20:30.
L’Ora ha cominciato a soffiare sempre più forte raggiungendo anche i 20 nodi per un paio d’ore a metà pomeriggio. In quelle ore i ragazzi hanno navigato con i coach al timone e senza gennaker finché il vento non è calato nuovamente sotto i 15 nodi.
Sono state posizionate 2 boe ad una distanza di 2 miglia l’una dall’altra nella zona sottostante al castello di Malcesine e ogni team doveva compiere 2 giri prima di ricevere i consigli del coach e il cambio equipaggio.
Tutti i team oggi hanno potuto fare 3 sessioni di test (l’ultima da un solo giro).

Gianluigi Ugolini e Giulio Zizzari, l'equipaggio più giovane a Malcesine, in perfetto assetto in bolina
Gianluigi Ugolini e Giulio Zizzari, l’equipaggio più giovane a Malcesine, in perfetto assetto in bolina

L’ottima notizia è che alla fine della giornata nel de-breafing delle 21:00 è stato comunicato ai ragazzi che sono stati tutti ammessi a partecipare alle regate di domani e nonostante fossero visibilmente stanchi se ne sono andati a riposare molto felici per quanto hanno imparato oggi, consapevoli della bella occasione che avranno tra le mani da domani a domenica.
Domani le regate si svolgeranno a partire dalle 12:00 e il primo appuntamento è fissato per le 11:00 con lo skipper meeting.
In tutta la giornata si è vista una sola scuffia, alcuni equipaggi virano e strambano già molto bene. Tutti i team riescono a navigare sui foil.
Una delle cose più difficili per tutti i team era il riuscire a strambare in lay line in quanto queste barche con una raffica di 1-2 nodi cambiamo l’angolo reale rispetto al vento anche di 40 gradi”.(Enrico Zennaro)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here