SHARE

Nembro- Il nuovo IMOCA 60 di Andrea Mura ha lasciato ieris era i cantieri Persico Marine di Nembro e ha iniziato il suo viaggio via terra verso Lorient, in Bretagna. Dopo 40.000 ore di lavoro il nuovo Imoca 60 Vento di Sardegna è quindi pronto per l’allestimento finale, adesso Andrea Mura dovrà però portare a termine anche la fase più complessa, ovvero la raccolta del budget per la gestione della barca e del programma rivolto al Vendee Globe dopo i recenti problemi con la Regione Sardegna.

Lo scafo dell'Imoca 60 a Persico Marine. Foto Martina Orsini
Lo scafo dell’Imoca 60 a Persico Marine. Foto Martina Orsini

Il varo a Lorient è previsto tra il 13 e il 14 agosto, con corollario di test e certificazioni dello scafo secondo le regole Imoca, prova di auto raddrizzamento inclusa. Seguirà l’alberatura, in una posizione più arretrata rispetto alla standard, per poi pensare alle vele, confezionate per l’occasione da Andrea Mura stesso attraverso la propria veleria.

Andrea Mura. Foto Orsini
Andrea Mura. Foto Orsini

“Ci sposteremo quindi a La Trinité-sur-Mer – spiega Mura –  un comune francese di 1.665 abitanti situato nel dipartimento del Morbihan nella regione della Bretagna, che si affaccia sulla baia di Quiberon. Qui saremmo intenzionati a impiantare la base per me e il mio staff”.

Foto Martina Orsini
Foto Martina Orsini

Il condizionale è d’obbligo, viste le difficoltà incontrate nella conferma del sostegno da parte della Regione Sardegna. “Sembrava ci fosse l’intenzione di trovare una soluzione al problema – afferma Andrea Mura – qualche cosa si era mosso ma ora siamo nuovamente al punto di partenza. Senza il supporto della Regione Sardegna il progetto è ovviamente a rischio. In settimana avrò l’ennesimo incontro, sperando che alle parole seguano i fatti: non c’è molto tempo, la prima regata del nostro Piano quadriennale è in partenza a fine ottobre da Le Havre (La Transat Jacques Vabre, Ndr)”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here