SHARE

Palermo – Ultimi preparativi in Sicilia per la partenza della Palermo-Montecarlo 2015, in programma il 21 agosto, una regata che come sempre assegna il titolo del Campionato Italiano Offshore che anche quest’anno avrà bisogno di quest’ultima prova per decretare il vincitore. Sono 43 al momento gli iscritti, record per questa regata, con un livello della flotta che promette molto bene.

Al Marina di Villa Igea si registra il ritorno del super maxi 100 Esimit Europa 2, lanciato verso l’ennesima vitoria in tempo reale senza avversari che lo possano contrastare, ma i duelli veramente interessanti saranno tra le piccole e il motivo è presto spiegato. A giocarsi il titolo di Campione Italiano Offshore saranno il SunFast 3600 Lunatika di Stefano Chiarotti e il First 36.7 BlueOne di Leonardo Servi, rispettivamente primo e secondo in classifica a quattro punti di distanza. Per Lunatika al momento doppia soddisfazione, essendo il Sun Fast 3600 di Chiarotti in regata nella classifica X2 dell’offshore.

Proprio Lunatika è stato il Sun Fast 3600 che FareVela aveva provato in anteprima nel 2014, durante la 151 Miglia,  e per questo motivo abbiamo sentito telefonicamente Stefano Chiarotti, raccogliendo le sue impressioni alla vigilia di questo appuntamento importante:

Lunatika durante il nostro test alla 151 Miglia 2014
Lunatika durante il nostro test alla 151 Miglia 2014

“Per Lunatika questa regata sarà la prova del 9, una delle più impegnative e lunghe del circuito. Abbiamo l’occasione di acquisire punti necessari per raggiungere il principale obbiettivo della stagione, ovvero vincere l’Italiano Offshore. Una cosa è certa, daremo tutto fino alla fine. La barca, che regata sotto il guidone del Circolo Nautico Riva di Traiano, è pronta e ringraziamo anche il contributo della veleria 3FL di Francesco Cruciani per le performance che stiamo ottenendo. A Montecarlo poi faremo il punto della stagione sperando anche di potere conquistare qualche sponsor desideroso di avvicinare il proprio marchio a una barca vincente come Lunatika”.

A proposito di piccole e di classifica del Campionato Italiano Offshore, sulla linea di partenza ci saranno anche l’Este 31 Globulo Rosso di Alessandro Burzi e lo Ziggurat 995 Joshua II di Salvatore Caradonna, stacati di 7 punti nella classifica della classe 4-5. Abbiamo sentito Salvatore Caradonna, che con la sua barca porta avanti oltre che un progetto sportivo, un importante messaggio sociale:

Joshua II
Joshua II in regata a Palermo

“L’obbietivo con cui partecipiamo alla Palermo-Montecarlo è duplice, da un lato è l’ultima tappa del Campionato Offshore, che attualmente ci vede secondi di classe con una barca del 1981 sebbene ottimizzata per le regate d’altura. Dall’altra portiamo avanti da un anno circa un progetto sociale che vede Joshua II veicolare nel contesto del Campionato Italiano il messaggio antiracket del comitato Addiopizzo di cui sono componente e fondatore. Ci siamo preparati, noi e la barca, da mesi a quest’avventura che proprio per la tipologia di barca con cui viene affrontata ha per noi un alto valore sportivo”.

http://www.palermo-montecarlo.it/2015/ita/iscritti-regata.asp

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here