SHARE

Napoli- Il Campionato Italiano Classi Olimpiche (16-20 settembre), meglio noto come CICO, prova a rilanciarsi a Napoli. Una manifestazione importante per la vela italiana, anzi la più significativa (e complessa da organizzare per i circoli) per la Federvela. Il CICO è sempre vissuto tra alti e bassi, tanto che la FIV aveva, nel nuovo corso promosso dal presidente Carlo Croce, anche preso in esame l’ipotesi di tornare a campioni di classe o a raggruppare tipologie di classi (come fu fatto nei due anni passati tra Marina di Loano e Garda). Quest’anno, però, si riprova a mettere in mostra la migliore vetrina della vela italiana approfittando proprio del palcoscenico naturale del Golfo di Napoli, che questo evento aveva già ospitato in due edizioni passate. Lo sforzo è notevole per il comitato dei circoli guidato da Francesco Lo Schiavo, ma la passione, la bontà del campo di regata partenopeo e l’unicità logistica (alla Rotonda Diaz di Via Caracciolo) potrebbero riservare un piacevole evento per i circa 150 equipaggi attesi a Napoli. Tra questi le stelle della squadra azzurra, a cominciare da Francesco Marrai, recente vincitore della preolimpica a Rio, Conti-Clapcich, campionesse europee FX, e Bissaro-Sicouri, sempre tra i primissimi nelle ranking mondiali dei Nacra 17.

Francesco Marrai a Rio, sarà uno dei timonieri più attesi a Napoli. Foto Renedo
Francesco Marrai a Rio, sarà uno dei timonieri più attesi a Napoli. Foto Renedo

Il CICO 2015 è presentato oggi a Napoli, alla presenza del Sindaco Luigi de Magistris, del Presidente della
FIV Carlo Croce e del Direttore Tecnico degli azzurri Michele Marchesini. Il Campionato Italiano Classi Olimpiche è in programma dal 16 al 20 settembre. In regataLaser Standard e Radial, Finn, 49er, 49er FX, RS:X M e F, 470 M e F,
Nacra 17 e la classe paralimpica 2.4 mR.

Una manifestazione che può contare sul prezioso supporto delle Istituzioni e sull’impegno del Comitato organizzatore, coordinato dalla V Zona FIV e formato dai tre Circoli nautici più antichi della città (Circolo del Remo e della Vela Italia, Reale Yacht Club Canottieri Savoia e Club Nautico della Vela) con sede a Santa Lucia, e che porterà nuovamente a Napoli, dopo le due tappe delle America’s Cup World Series, un’intensa e tonificante aria di vela, grazie alla presenza di oltre 250 atleti, compresi tutti gli Azzurri della Squadra Nazionale diretta da Marchesini, che per quattro giorni regateranno nelle acque del golfo distribuiti su cinque campi di regata in un’area compresa tra Castel dell’Ovo e Capo Posillipo, uno spettacolo che si preannuncia straordinario.

Nel suo intervento, il Presidente Carlo Croce ha sottolineato i punti di forza del CICO 2015, ovvero “la riunione dopo tanti anni di tutte le classi e di tutti i velisti in una location unica e la presenza della Nazionale Italiana al completo, un team che in questo periodo sta dando soddisfazioni e risultati”, soffermandosi anche sul “grande valore della complessa macchina organizzativa del
Campionato, a partire dalla gestione in mare di cinque campi di regata”. Un aspetto evidenziato anche dal vice Presidente Francesco Ettorre, che ha parlato di “un evento messo a disposizione del territorio” e del valore della partecipazione degli Azzurri, molto importante “anche per gli incentivi che la Federazione darà alle società, che sono le fondamenta per la formazione degli atleti”.

Bissaro-Sicouri in Nacra 17. Foto Taccola
Bissaro-Sicouri in Nacra 17. Foto Taccola

Il Sindaco Luigi de Magistris ha aggiunto: “Napoli si candida a essere una vera città di mare, che guarda alle Olimpiadi e agli sport nautici. Il CICO rappresenta un grosso sforzo organizzativo per i circoli, ma anche per la città, che sta crescendo proprio grazie agli eventi sportivi che ha ospitato e continuerà a ospitare: sono certo che dal 17 settembre la città e i velisti ci regaleranno delle immagini bellissime di questo evento”.

Il Villaggio della Vela di oltre 5000 mq sarà allestito per l’occasione alla Rotonda Diaz (con il supporto logistico del Tennis Club Napoli), comprende, tra le altre cose, un’imperdibile Mostra fotografica sulle regate olimpiche disputate a Napoli nel 1960, una serata aperta a tutti i regatanti e una serie di stand promozionali della stessa FIV, dell’Università Parthenope (che avrà una sua postazione meteo), dei Circoli organizzatori, della Marina Militare e della nota TV regionale Canale 21, che ogni sera commenterà la giornata di regate con uno spazio dedicato, con presenza in studio di campioni di vela di ieri e di oggi.
Il Villaggio alla Rotonda Diaz sarà il punto di ritrovo di tutti i regatanti, tecnici, accompagnatori e media accreditati, con appuntamenti quotidiani e tante piacevoli sorprese da vivere direttamente in loco durante i giorni della manifestazione.

A oggi, 2 settembre, giornata di chiusura delle preiscrizioni, sono iscritti 19 Finn, 18 470, 7 49er, 3 FX, 4 Nacra 17, 77 Laser, 28 Radial, 17 RS:X e 10 2.4., Numeri che dovrebbero aumentare nei prossimi giorni.

http://www.federvela.it/la-federvela/content/iscrizione-regata

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here