SHARE

Bogliaco- C’era una volta la Centomiglia del Garda. Un evento per il quale arrivavano barche e campioni da tutta Europa. Una sorta di trionfo della vela lacustre, tra l’altro sempre all’avanguardia nell’evoluzione tecnologica con la celebre classe Libera del Garda, capace di scrivere nelle acque del Benaco, soprattutto quando infuriava il Pelèr del primo mattino, leggendarie imprese veliche. Negli ultimi anni, però, la Centomiglia del Garda si è un po’ ripiegata su se stessa, vittima di una progressiva concorrenza, di una certa tendenza a provincializzarsi e delle immancabili (e anche un po’ noiose) polemiche su regolamenti di stazza e ammissioni di questa o quella barca.

Certo, la Centomiglia del Circolo vela Gargnano gode ancora dei suoi aficionados, che immancabili si ritrovano a inizio settembre per disputarla e per correre, la domenica precedente, l’altrettanto classico Trofeo Gorla, la “50 Miglia”. Quest’anno la 65esima edizione della Centomiglia del Garda scatterà alle 8:30 di sabato 5 settembre, dal porticciolo di Bogliaco di Gargnano.

North West Garda e Calndsteam al Trofeo Gorla. Foto Renzo Domini/Reporter
North West Garda e Calndsteam al Trofeo Gorla. Foto Renzo Domini/Reporter

Confermata la presenza del catamarano svizzero Safran, già vincitore del Trofeo Gorla della passata settimana, e tra i monoscafi del Tp 52 North West Garda dei club velici di Limone e Campione, condotto dal chioggiotto Enrico Zennaro e dal 5 volte medaglia olimpica il brasiliano Robert Scheidt. Il Tp 52 sfiderà il detentore dei trofei 2014 Clandesteam che sarà condotto dalla coppia gardesana composta da Oscar Tonoli e Luca Valerio. Tra queste grandi imbarcazioni si inserirà Raffica (già prima sei volte) che rafforzerà il suo team ungherese con il tattico di Malcesine ed ex iridato Star Roberto Benamati. Al solito presenza massiccia dei monotipi in voga sul Garda: gli Asso 99, i Dolphin, i Protagonist, gli Ufo, classi per le quali la Centomiglia resta un appuntamento fondamentale nei rispettivi calendari.

Nei Multiscafi, in gara nel IX Trofeo Giorgio Zuccoli, oltre a Safran, ci saranno gli M 32 svedesi a cominciare dai vincitori degli anni scorsi con Gregor Stimpfl e i fratelli Sach, l’ M 2 austriaco con l’olimpico Roman Hagara, una sfida ad altissimo livello agonistico.
Alla Centomiglia si potranno seguire le rotte di tutte le imbarcazioni in gara grazie al track di Kwindoo.com.

L'Ice 33 Black Arrow, vincitore del Gorla in
L’Ice 33 Black Arrow, vincitore del Gorla in M1

I RISULTATI DELLA FLOTTA ORC DEL 49° TROFEO RICCARDO GORLA

Le 50Miglia del Gorla del Garda presentano, dopo le elaborazioni definitive, le classifiche della classe internazionale Orc, regata affollata con molti protagonisti, un bel confronto tra i cabinati italiani e una bella flotta di One Off austriaci, tedeschi e svizzeri. Nel gruppo Performance e Regata dalla uno alla tre  il successo è andato agli svizzeri di Banque Paris, uno Psaros 33, condotto da Luc Munier della Società Nautica di Ginevra (Primo Regata 1). Seconda, primo dei Performace, è l’One Off “Lb 10”, il piccolo libera alato progettato da Luca Bovolato, portato in regata da suo padre Pietro. Terzo è l’altro Psaros 33, quello di Claude Fehlmann,  quarto è Joe Fly di Gianni Boventi (primo Regata due), l’altro Mumm 30 del veronese Ennio Cozzolotto, il Vitasol-Graffio di Bruno Manenti (secondo e terzo della R2). Settimo (primo R 3 ) è  il Bikini del trentino Fabio Biondo.

I Minialtura vanno dalla uno alla tre. Primo è Black Arrow, l’Ice 33 firmato da Umberto Felci, condotto dal trentino Walter Caldonazzi (primo M1). Secondo è il Melges 32 Caipirinha con Bruno Fezzardi, terzo il Bravissima di Sandro Vinci e Giovanni Pizzati, entrambe la barche della Fraglia Desenzano, quarto e primo nella M3, è il piccolo Surprise Speedy di Pighi e Bottaccini dello Yachting Club di Torri del Benaco. Primo degli M 2 è il sesto in classifica, Arcadia di Gandini-Parisi di Brenzone.

In assoluto la miglior performance nei multiscafi è stata di Safran, il Ventilo M1 che ha viaggiato ad una media di 17.89 nodi. Primo dei monocarena è stato il Tp 52 “North West Garda” dei Club di Campione-Limone, nell’Asso dell’Assterisco di Giorgio Zamboni, nella Zero del Clandesteam di Oscar Tonoli e Luca Valerio,  di El Mòro di Chicco Sinibaldi nei Protagonist, negli Ufo 22 di Roberto Delaini, e dell’Insolente di Nicola Perani nella flottiglia dei Dolphin, la classe più affollata.

Enti di Patrocinio Comune di Gargnano, XIVa Zona Federazione Italiana Vela, Croce Rossa Italiana, Hyak Onlus; il contributo di Regione Lombardia. I partner del Circolo Vela Gargnano per il 2015 sono: Gaastra, Hotel Ristorante Villa Giulia di Gargnano, Argivit, Dap Brescia, Gaastra Store Gargnano, Unidelta, Marina di Bogliaco,  Fondazione Asm-Gruppo A2A,  Univela Campione-Tremosine, Brescia Tourism, Kwindoo, Strada dei vini e dei sapori del Garda, Consorzio turistico Garda Lombardia, Iab Brescia.

www.centomiglia.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here