SHARE

Porto Cervo- La Maxi Yacht Rolex Cup & Rolex Maxi 72 World Championship si è chiusa sabato con 18 nodi di scirocco, per una combattutissima e coinvolgente edizione che ha entusiasmato armatori, equipaggi. La ventiseiesima edizione dell’evento è stata organizzata dallo Yacht Club Costa Smeralda in collaborazione con il title sponsor Rolex e l’International Maxi Association.

Comanche. Foto Borlenghi/Rolex
Comanche. Foto Borlenghi/Rolex

È Bella Mente di Hap Fauth il campione del mondo della classe Maxi 72 che, con i due bastoni affrontati sabato, ha chiuso ogni discorso. Il team americano, affidato all’esperienza del tattico Terry Hutchinson, ha dovuto guadagnarsi questa vittoria lottando fino all’ultimo con Robertissima III, del socio YCCS Roberto Tomasini Grinover, che si accontenta del secondo psoto. Terzo per Momo, di Dieter Schön, al suo debutto nel campo di regata dell’Arcipelago di La Maddalena.

Al termine di un percorso costiero che ha portato la flotta a doppiare le isole di Mortorio e Soffi, poi nel canale a girare la Secca di Tre Monti e infine su all’Isola dei Monaci, il 33 metri di Marco Vogele, Inoui, può finalmente festeggiare a gran voce una vittoria già annunciata su Viriella e Hetairos, rispettivamente secondo e terzo classificato della categoria Supermaxi. Festa grande anche per Thomas Bscher che, oltre ad essere stato eletto in questi giorni nuovo Presidente dell’IMA, trionfa con il suo Wally Open Season dopo una settimana di risultati quasi perfetti. Sul podio dei Wally anche Magic Carpet Cubed e J One, protagonisti di un testa a testa appassionante che li vede finire a pari punti, anche se la classifica premia come secondo il WallyCento di Sir Lindsay Owen Jones.

Impegnato nello stesso percorso costiero, il 30 metri Comanche, del magnate americano Jim Clark, ha regalato un’altra performance strabiliante, degna delle caratteristiche tecniche di questo bolide a vela, progettato e costruito per essere una delle barche da regata più veloci e competitive al mondo.

Nella divisione Maxi, che insieme ai Mini Maxi ha completato un percorso leggermente più breve,  alza il trofeo il 29 metri Windfall di Michael Cotter – a bordo il tattico Andy Beadsworth – che nel rush finale ha avuto la meglio sul suo avversario più insidioso, Grande Orazio Pioneer Investments. Terzo classificato lo Swan 77 Tugela. Tra i Mini Maxi RC/SOT canta vittoria Riccardo De Michele che, con il suo H2O, è riuscito a battere in extremis il team di Shirlaf, costretto al secondo gradino del podio nonostante lo stesso punteggio finale. Terzo posto per Wallyño.

Infine tra i Mini Maxi Racing conferma il trionfo già conquistato giovedì il nuovissimo Vismara Supernikka di Roberto Lacorte, varato quest’anno e già protagonista di una settimana brillante. Il 19 metri, con a bordo il tattico Tommaso Chieffi e Andrea Casale, si lascia dietro nell’ordine il britannico Spectre e Caro di Maximilian Klink.

SuperNikka. Foto Borlenghi/Rolex
SuperNikka. Foto Borlenghi/Rolex

Riccardo Bonadeo, Commodoro dello Yacht Club Costa Smeralda, esprime la sua soddisfazione per la settimana trascorsa: “Sarebbe scontato dire che è stato un evento spettacolare, perché la Maxi Yacht Rolex Cup è sempre uno degli appuntamenti clou del nostro calendario sportivo, ma questa ventiseiesima edizione è stata davvero eccezionale. Oltre ad avere barche, armatori ed equipaggi di livello altissimo, madre natura ci ha regalato le migliori condizioni di vento possibili. La conclusione di un evento perfetto mi sembra l’occasione migliore per invitare tutti voi a partecipare alla prima edizione della Maxi Yacht Rolex Caribbean Cup che si terrà in aprile presso la nostra sede caraibica di Virgin Gorda dove siamo così fortunati da avere un altro bellissimo campo di regata.”

“Ringrazio innanzitutto gli armatori e gli equipaggi per aver portato qui quaranta barche di altissima qualità e per il loro entusiasmo e impegno senza il quale non sarebbe possibile realizzare questo evento. Un grazie sentito va anche a tutte le persone che hanno collaborato, lavorando duramente: lo staff dello YCCS, il Comitato di Regata, la giuria e l’IMA” – queste le parole di Gian Riccardo Marini, CEO Rolex Ginevra.

La flotta maxi saluta così Porto Cervo dandosi appuntamento a Virgin Gorda dal 4 al 9 aprile 2016 con la prima edizione della Maxi Yacht Rolex Caribbean Cup che sarà ospitata nella sede caraibica dello YCCS. La stagione mediterranea del Club però non è ancora terminata: è già pronta una nuovissima flotta di imbarcazioni J70 che scenderà in acqua da venerdì 18 a domenica 20 settembre per la prima finale della Sailing Champions League organizzata a Porto Cervo, per la quale sono attesi più di 30 team provenienti dai club più prestigiosi d’Europa e non solo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here