SHARE

Luino- Con la conclusione della Coppa Lino Favini all’AVVV di Luino si chiude la lunga stagione Melges 24. A Luino festeggiano Audi tron (Simoneschi-Benussi, 1-1-7), vincitore dell’evento e delle Audi tron Sailing Series, e Gill Race Team (Carveth-Quinton, 5-14-OCS), cui sono andate le Melges 24 European Sailing Series.

Audi tron in regata a Luino. Foto Melandri
Audi tron in regata a Luino. Foto Melandri

Come detto, a conquistare la Coppa Lino Favini, classico appuntamento riservato alla classe Melges 24 organizzato dall’Associazione Velica Alto Verbano, è stato l’Audi Italia Sailing Team con Audi tron, già vincitore della prima frazione delle Audi tron Sailing Series, disputata a Loano lo scorso aprile. Il Melges 24 di Riccardo Simoneschi si è contestualmente laureato campione svizzero. Nella classifica overall della Coppa Lino Favini, Audi tron ha messo in fila gli austriaci di Pure (Schineis-Cassinari, 8-4-4), cresciuti notevolmente nel corso degli ultimi appuntamenti, e Blu Moon (Favini-Sommariva, 10-13-1). Soddisfazione anche per Michael Good, che ha portato il suo Cinghi-Ale (Good-Good, 9-2-12) vinvitore del raggruppamento Corinthian.

L’Audi Italia Sailing Team ha confermato la sua supremazia nell’ambito delle Audi tron Sailing Series (5 eventi, 27 regate, 4 scarti) riservate agli specialisti della classe Melges 24. Audi tron ha anticipato con ampio margine il citato Maidollis, finito secondo davanti al sorprendente Bombarda Racing (Pozzi-Desiderato, 7-9-6), che ha prevalso di un solo punto sui vice campioni iridati di Altea (Racchelli-Bonini, 13-dns-dns) proprio nelle battute conclusive del circuito.

Sul Lago Maggiore si sono concluse anche le Melges 24 European Sailing Series (6 eventi, 50 regate, 8 scarti). La testa della classifica non è sfuggita ai britannici di Gill Race Team (Carveth-Quinton, 5-14-dns): nonostante una partecipazione sotto i propri standard, l’equipaggio di Miles Quinton ha messo in fila FGF Sailing Team (Bakoczy-Roszymay, 17-3-10) e Jedi Business (Czegai-Milbich, 16-dns-9). Grande soddisfazione anche per Marusia (Dyvintes-Dyvinets, 4-21-17), trionfatore tra i Corinthian davanti a Team Sika/Kesbeke (Veraar-Veraar, 14-15-2) e al citato Cinghi-Ale.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here