SHARE

Salvador, Brasile – La Transat Jacques Vabre procede e la notizia è che Macif potrebbe avere sferrato il colpo del KO contro Sodebo, classe Ultime, nella discesa lungo le coste brasiliane lo scacco al re, per usare una metafora, è servito. La velocità di Sodebo infatti è crollata sotto i dieci nodi, difficile capire se per un problema tecnico o molto più probabilmente per una rotta troppo vicina alla costa in un Aliseo di sudest non pulito.

Macif, sarà subito vincente l'esordio in multiscafo del golden boy François Gabart?
Macif, sarà subito vincente l’esordio in multiscafo del golden boy François Gabart?

François Gabart e Pascal Bidegorry vedono quindi lievitare il lor vantaggio a 209 miglia quando al traguardo ne mancano poco più di 1200 e Macif fila veloce a una media sulle 24h superiore ai 25 nodi con ben 608 miglia percorse nell’ultimo giorno. L’arrivo a Itajaì potrebbe avvenire quindi già nella serata di venerdì o più probabilmente nella mattinata di sabato prossimo.

Colpo di scena nella classe IMOCA, i dolldrum giocano un brutto scherzo a Banque Populaire che vede scappare da sottovento PRB, cha va in testa, e Queguiner Leucemie che prende il secondo posto. A complicare la posizione di Banque Populaire c’è il fatto di non avere mantenuto il sopravvento che aveva all’ingresso dei dolldrums.

PRB in arancio, Queguiner in nero, Banque Populaire in blu. Posizione complessa per Banque Populaire, finito quai in scia a PRB
PRB in arancio, Queguiner in nero, Banque Populaire in blu. Posizione complessa per Banque Populaire, finito quai in scia a PRB

Se Armel Le Cleac’h ed Erwan Tabarly fossero riusciti a mantenere la separazione laterale, avrebbero potuto aprire gas un po’ più poggiati degli avversari diretti una volta entrati el nuovo Aliseo. Essendo scaduti praticamente sulla rotta di PRB la situazione non è semplice. E’ il momento di dimostrare quanto vale un nuovo IMOCA, perché da adesso in poi sarà una sfida di velocità pura, un’autostrada di bolina larga-traverso fino alle coste brasiliane. Chi la spunterà? Il sistema foils del nuovo Banque Populaire è apposto dopo le “mazzate” iniziali? Sono 30 le miglia da recuperare e non ci sono opzioni tattiche possibili all’orizzonte, solo la pura velocità del mezzo e la forza degli skipper di spingere al massimo. In questo senso gran lavoro veramente per Vincent Riou-Sebastien Col su PRB fino a questo momento.

Da segnalare per la classe IMOCA, a proposito della polemica circa l’eventualità di posticipare la partenza con le previsioni di tempesta, le parole di Jérémie Beyou (Maitre CoQ) alla stampa francese: “Ho avuto la sensazione di parlare un’altra lingua con la direzione della corsa uando abbiamo fatto presente che il rinvio sarebbe stato saggio. Personalmente mi sono ritrato perché con le previsioni che arrivavano, e qualche problema tecnico, non avevo minimamante intenzione di mettere a rischio il mio progetto sportivo verso il Vendée Globe”.

Per Giancarlo Pedote ed Erwan Le Roux sul Multi 50 FenetreA Prysmian, in testa alla classe Multi 50, è tempo di dolldrum: la velocità media nelle ultime 24 h è di appena 6.3, una miseria pr un trimarano oceanico da 50 piedi. Scelte diverse nell’approccio ai dolldrums: Pedot e Le Roux hanno scelto un’opzione più a ovest, spesso la rotta più breve per uscirne, mentre l’avversario diretto Arkema ha optato per un ingresso nelle calme più a est. Il vantaggio di FenetreA Prysmian è di 188 miglia quando all’arrivo ne mancano ancora oltre 2200: Arkema avrà un angolo più poggiato, quindi più veloce, non appena entrerà nell’aliseo di sudest, ma l’impressione che la posizione di Pedote e Le Roux possa tenere il rientro dell’avversario.

Tra i Class 40 la regata è saldamente in mano a Le Conservateur di Yannick Bestaven e Pierre Brasseur, con 250 miglia di vantaggio su VandB di Sorel-Manuard il leader è saldamente in controllo mentre naviga a ovest dell’arcipelago di Capo Verde. Un’oculata gestione delle calme equatoriali potrebbe praticamente chiudere la partita definitivamente.

http://tracking.transat-jacques-vabre.com/fr/

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here