SHARE

Aggiornamento ore 18- Alberto Bona è arrivato a Mindelo (Sao Vicente, Capo Verde) intorno alle 12 di oggi. Si è saputo che la causa della sosta è stata un incidente alla mano. Non si hanno altri dettagli al momento.

Mindelo, Capo Verde –E’ un risveglio dolce-amaro quello della vela italiana in Atlantico: l’impressione dei giorni scorsi su Alberto Bona che faticava a mantenere il ritmo dei primi è stata sfortunatamente confermata in queste ore dalla rotta di Onlinesim, diretto a Mindelo. Di contro, la buona notizia è invce che Michele Zambelli su Illumia continua la sua ottima regata, tiene il gruppo di testa e se la gioca alla grande dimostrando anche di avere una barca capace di ottime performance.

Il proto Onlinesim di Alberto Bona
Il proto Onlinesim di Alberto Bona

Alberto Bona è chiaramente diretto a Mindelo, Capo Verde, dove sembre intenzionato a fermarsi. Sconosciute le cause e l’entità del problema tecnico che, ci auguriamo, potrebbe richiedere solo un pit stop. Onlinesim subito dopo l’inizio della seconda tappa non ha mostrato numeri in linea con le sue potenzialità, lasciando presagire che qualcosa era successo a bordo. Per regolamento, Alberto Bona avrà a disposizione 72 ore per il suo scalo tecnico prima di essere dichirato fuori regata, la classifica è ormai compromessa ma la speranza è che Onlinesim possa riprendere velocemente il mare.

Il dettaglio della rotta di Alberto Bona, come reso noto dalla sua pagina facebook
Il dettaglio della rotta di Alberto Bona, come reso noto dalla sua pagina facebook

La regata nel frattempo va avanti senza cambi al vertice, tra i prototipi resta in testa Frederic Denis, ottimo Michele Zambeli con Illumia che si stabilizza al sesto posto, comunque sempre a contatto col gruppo di testa, staccato dal leader 28 miglia: la regata e le chanche del romagnolo sono apertissime. Illumia, dopo avere guadagnato molto a sud, nella giornata di ieri ha strambato, risalendo mure a destra verso l’ortodromica, sempre in regime di Aliseo sostenuto.

Tra i serie guida un indemoniato Ian Lipinski che dopo il successo della prima tappa sembra proprio intenzionato a prendersi questa Transat, ma la rotta verso Pointe à Pitre, distante per il leader oltre 1800 miglia, è ancora molto lunga. Un po’ a sorpresa, il migliore degli italiani tra i serie è Roland Ventura, che con una buona scelta a sud resta col gruppone in 14ma posizione a 135 miglia dal leader. Andrea Fornaro ha navigato molto più a nord, un’opzione tattica che non ha dato i suoi frutti e Sideral adesso si trova in 18ma posizione a 143 miglia da Lipinski. Federico Cuciuc è in 35ma posizione a 275 miglia dal leader.

http://www.minitransat-ilesdeguadeloupe.fr/

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here