SHARE

Capo Horn, Cile- Un sogno velico, uno sponsor e un mito. Quello di Capo Horn, che il pluricampione Franck Cammas sta doppiando in questi giorni a bordo di un Nacra Carbon F20 FCS, catamarano volante dove restare appesi al trapezio tra le onde enormi che scorrono all’infinito davanti alle rocce nere e aguzze del più celebre e temuto dei Capi. Il Cabo de Hornos, usando la lingua della sua geografia cilena, che il vincitore della Volvo Ocean Race Cammas doppia insieme a un velista dilettante, il 35enne svizzero Johannes Wiebel, che ha vinto la selezione mondiale organizzata dalloo sponsor Julbo con le #JulboSailSession per accompagnare Cammas in queta avventura.

headerI due sono partiti domenica 8 novembre da Ushuaia, nella Terra del Fuoco argentina, per dirigere su Puerto Williams, dall’altra parte del Canale di Beagle, sulla cilena Isola di Navarino. Da lì rotta verso est e poi sud fino a Puerto Toro, il minuscolo villaggio di pescatori di Centolla (il prelibato granchione gigante) che con i suoi 25 abitanti è il centro abitato stabile più meridionale al mondo. Da lì il cat volante dirigerà a sud per una sessantina di miglia, verso le Wollanston, l’Arcipelago in fondo al quale si trova appunto l’Isola di Hornos con il famigerato Capo, che il Nacra dovrà doppiare.

carte_JulboSailSession

Ovviamente a quelle latitudini non si può rischiare e il tentativo sarà seguito da una barca appoggio, il 67′ in alluminio Explore, uno degli yacht specializzati appunto nelle crociere nella Patagonia cilena e a Capo Horn.

https://www.julbo.com/it/julbo-sail-session

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here