SHARE

Itajai, Brasile – Siamo alle battute finali della Transat Jacques Vabre per la Classe IMOCA: si profila un acceso duello finale tra PRB di Vincent Riou-Sebastien Col e Banque Populaire di Armel Le Cleac’h ed Erwan Tabarly.

Il leader PRB fino ad ora è riuscito a respingere tutti gli attacchi di Banque Populaire
Il leader PRB fino ad ora è riuscito a respingere tutti gli attacchi di Banque Populaire

Nonostante abbia provato a spingere molto forte, Banque Populaire non riesce fino a questo momento a ricucire su PRB: confermata in pieno l’impressione che avevamo avuto in uscita dai dolldrums, non essendoci opzioni tattiche alternative, la possibilità di sorpasso Banque Populaire le ha sulla velocità pura. I numeri però, questa volta non sono a favore dell’IMOCA di ultima generazione che non ha mostrato la stessa superiorità di perfrmance che aveva dimostrato di avere nella parte iniziale della regata: qualche problema tecnico al sistema dei foils? Possibile, in ogni caso la nuova generazione di Open 60 andrà rivista e anche il superstite Banque Populaire immaginiamo non sarà esente da modifiche.

Chi sta facendo veramente una regata superba è PRB, IMOCA non di ultima generazione, che mantiene la testa nonostante i pronostici, che ha stretto i denti quando Banque Populaire sembrava averne molto di più nella discesa dell’Atlantico e ha attaccato al passaggio dei dolldrums. Vincent Riou e Sebastien Col meriterebero a pieno questa Transat Jacques Vabre, ma tra loro e la vittoria ci sono ancora oltre 600 miglia e il margine di vantaggio di 36 non può essere rassicurante.

Tra i Multi 50, FenetreA Prysmian con GIancarlo Pedote ed Erwan Le Roux è assoluta padrona del proprio destino: in testa già prima dell’equatore, FenetreA Prysmian vede allontanarsi il rivale più serio, Arkema, che ha comunicato uno scalo tecnico a Salvador de Bahia per un problema allo scafo centrale. A poco più di 500 miglia da Itajai e con oltre 300 di vantaggio su Ceila Village, in quest’ultima parte di Transat Jacques Vabre Giancarlo Pedote ed Erwan Le Roux possono concentrarsi solamente sul condurre la barca senza inutili rischi, la strada verso l’arrivo è in discesa.

I Class 40 sono impegnati nel passaggio delle calme equatoriali: il leader Le Conservateur, per un fisiologico effetto elastico, ha visto ridursi il suo vantaggio fino a 77 miglia, ma nelle prossime ore dovrebbe entrare nell’Aliseo di sudest e tornare agilmente ben oltre le 100 miglia di vantaggio sul secondo, che al momento è Carac Advanced Energies.

http://tracking.transat-jacques-vabre.com/fr/

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here