SHARE

Siracusa- Un faro come Sea Hotel, sull’esempio di molte strutture in Mediterraneo che hanno fatto dei fari storici strutture ricettive (in Italia, per esempio, Capo Spartivento, nel sud della Sardegna). Oggetto dell’idea è il faro di Capo Murro di Porco, situato presso l’omonimo Capo, poco a sud di Siracusa, all’interno dell’Area Marina Protetta del Plemmirio.

L’Agenzia del Demanio ha pubblicato sul proprio sito il concorso di idee di architettura per la riqualificazione di quel faro, promosso da Young Architects Competitions in collaborazione con il Comune di Siracusa, Invitalia, Fondazione Patrimonio Comune, il Consiglio Nazionale degli Architetti, l’Università di Bologna, grazie al sostegno di Fiera di Rimini. Il faro di Siracusa fa parte del progetto di rinascita di 11 fari italiani avviato in questi mesi dall’Agenzia del Demanio e dal Ministero della Difesa.

Area marina protetta del Plemmirio, faro di Capo murro di Porco. Foto photofvg.it
Area marina protetta del Plemmirio, faro di Capo murro di Porco. Foto photofvg.it

La call è aperta dal 16 novembre 2015 al 29 febbraio 2016 ed è rivolta ad architetti, ingegneri, designer, cultori, artisti, progettisti, in team o singolarmente. Partendo dalla struttura costiera di Murro di Porco, il concorso fornirà all’Agenzia un paniere di proposte architettoniche per la valorizzazione della rete “Valore Paese – FARI”. Nello scenario di numerose esperienze internazionali, la call focalizzerà, infatti, la propria attenzione sulle immense potenzialità ricettive che un’architettura costiera possa esprimere.

La giuria è composta dal Direttore dell’Agenzia, Roberto Reggi, dagli architetti Manuel Aires Mateus, Fabrizio Barozzi e Pierluigi Cervellati, dal Presidente del Dipartimento Ambiente e Sostenibilità presso il CNA, Alessandro Marata, dal Presidente della SDS di Architettura dell’Università di Catania, Bruno Messina, dal Docente della Facoltà di Architettura “Aldo Rossi” di Cesena, Università di Bologna, Matteo Agnoletto e dal Sindaco di Siracusa, Giancarlo Garozzo.

Il montepremi erogato da Fiera di Rimini ammonta a 15.000 euro. Al primo classificato andranno 8.000 euro più redazionali, pubblicazioni e relazione finale.

Tutte le informazioni relative all’iscrizione e alla partecipazione, oltre al tema di concorso e alle regole, sono disponibili sul sito dell’Agenzia www.agenziademanio.it e sul sito di Young Architects Competitions al link http://www.youngarchitectscompetitions.com/it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here