SHARE

Ouessant, Francia- Domenica 22 novembre 2015 alle 04:01:58 GMT, il trimarano Spindrift 2, skipper Yann Guichard, ha attraversato la linea di partenza tra il faro di Créac’h (sull’isola di Ouessant in Francia) e Lizard Point (Inghilterra) dando così inizio alla circumnavigazione non stop intorno al mondo in equipaggio. L’obiettivo del team è quello di battere il record del Trofeo Jules Verne. La barca ha tagliato la linea di partenza con vento da Nord (10 nodi ca), con tutta randa e fiocco Solent a riva.

676900b1-3688-4718-a8c1-f3014beca5c3
Spindrift alla partenza. © Eloi Stichelbaut I Spindrift racing

La sfida per battere questo record da parte di Dona Bertarelli, Yann Guichard e il loro equipaggio è cominciata quattro anni dopo la conquista dell’attuale record da parte di Loïck Peyron con Banque Populaire V. Peyron e il suo equipaggio avevano navigato a una velocità media di 19,75 nodi (36,58 km/ h) per la rotta più breve teorica di 21.600 miglia nautiche, ma in realtà avevano percorso 28.965 miglia, a una media 26,5 nodi (49,08 km/h) nel corso delle sei settimane impiegate per stabilire il record. Tempo finale per Peyron e i suoi uomini nel 2011: 45 giorni 13 ore 42 minuti e 53 secondi, un record veramente difficile da battere.

Yann Guichard ha parlato alla radio durante la notte, appena dopo aver attraversato la linea di partenza: “Non abbiamo molto vento al momento, tra gli 8 e i 10 nodi. Le condizioni del mare non sono facili perché c’è una forte corrente. Secondo le previsioni il vento dovrebbe aumentare raggiungendo circa 30 nodi nel Golfo di Biscaglia. Quindi la nostra è una partenza stabile con velocità tra i 15-18 nodi. Siamo contenti di aver attraversato la linea di partenza il 22 novembre, lo stesso giorno in cui Loïck Peyron e il suo equipaggio partirono nel 2011 per poi conquistare il loro record. Speriamo che questo sia di buon auspicio per noi. In questo momento, siamo tutti in coperta, manovrando la barca per allontanarci il più rapidamente possibile dall’isola di Ouessant e poter così trovare vento forte e costante”.

Secondo le regole del WSSRC (il World Speed Sailing Race Council) Spindrift 2, per battere il record, dovrà tornare a Ouessant prima delle 17:43:51 GMT del 6 gennaio 2016.

Da oggi in poi i 14 velisti a bordo di Spindrift 2 dovranno navigare intorno al mondo doppianto i tre capi (Buona Speranza, Leeuwin e Horn) sul più grande trimarano da corsa del mondo. Saranno supportati da loro meteorologo a terra Jean-Yves Bernot, che opererà dal suo quartier generale vicino a La Rochelle (Francia). Bernot avrà il compito di stare in contatto giorno e notte con Spindrift 2 e fornire gli ultimi aggiornamenti meteo a Yann Guichard e a Erwan Israel, navigatore a bordo di Spindrift 2, che potranno così scegliere la miglior rotta da seguire.

Anche il trimarano di Francis Joyon ha lasciato Ouessant per il suo tentativo di record nelle primissime ore di questa mattina, alle 02:02:22 GMT, quindi 1 ora 59 minuti 36 secondi prima Spindrift 2. Le due barche sono quindi impegnate nella stessa impresa in Atlantico nello stesso tempo. Joyon e il suo equipaggio dovrebbero attraversare l’equatore tra circa cinque giorni. Il tempo record per raggiungere l’Equatore impiegato da Banque Populaire V nel 2011 era stato di 5 giorni 14 ore 55 minuti. Nel corso delle prossime ore, il vento rafforzerà a circa 30 nodi nel Golfo di Biscaglia.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here