SHARE

Portorosa- (FMacaluso) La giornata si prevede complicata a Portorosa per il Campionato Peloritano organizzato nel Marina messinese dal Centro Universitario Sportivo di Palermo. Il forte vento indicato dalle previsioni non c’è ma un’onda formata è presente nel Golfo di Patti.

Mizar in regata a Portorosa
Il First 31.7 Mizar in regata a Portorosa

Il vento viene da Ovest, il Comitato attende che si distende bene e poi piazza un campo con una boa nei pressi della bellissima riserva naturale di Tindari. Vento e onda non vengono dalla stessa direzione e navigare non è cosa semplice. Occorre massima attenzione e ogni passaggio tra cavo e cresta, se errato, può far perdere posizioni. Dalla linea di partenza esce bene Kika di Francesco Fulci ma i due First gemelli, Mizar di Antonino Pollicino e Surprise di Riccardo Carbone, sono sempre a ridosso. La conduzione del primo bordo è impacciata per tutti, ma passata la prima boa, la flotta entra in sintonia con i treni di onde e trova tutta il giusto passo. Kika non sbaglia niente ma i due First sono troppo vicini. Taglierà per prima il traguardo, ma il compenso darà la vittoria a Mizar che onda dopo onda, con estrema attenzione, ha tenuto il distacco al minimo. Tra i Gran Crociera, l’esperto reggino Enzo Ricordo tiene a bada la flotta aggiudicandosi una prova complicata su Vieniviaconme.

Il vento tiene, Il Comitato da’ via radio istruzioni per la regata costiera. Si va nel Golfo attiguo, si lascia a sinistra lo scoglio di Patti, faraglione bellissimo davanti la città, e si ritorna. Una lunga bolina e un’altrettanto lunga poppa per un totale di 12 miglia. Oramai tutti gli equipaggi hanno assimilitato il ritmo delle onde e nessuno ci sta a perdere. Si vede già dal pre-partenza dove si lotta per guadagnare ogni centimetro prezioso. La lunga bolina è complessa, si deve passare un capo e l’onda cambia direzione. La flotta viaggia compatta e passa unita il faraglione di metà percorso. Inizia una lunga impoppata con quattro barche in pochi metri e così sarà per tutto il ritorno. Mizar e Surprise asfissiano Kika, mentre Paluck, condotta con attenzione da Antonino Cangemi, passa il capo un pò più larga per evitare i salti del vento. Dopo tre ore dallo start arriveranno praticamente tutti insieme sulla linea del traguardo. Il Computer darà ragione nuovamente a Mizar. Tra i Gran Crociera Vieniviaconme riconferma la vittoria lasciandosi alle spalle Swasa di Antonio Vadalà e Drakkar di Leonardo Restivo. In questa maniera riaccorcia la classifica generale.

Prossime e conclusive prove l’8 dicembre per la Festività dell’Immacolata. Ci sarà il secondo scarto e le classifiche si riequilibreranno dando possibilità a tutti di poter vincere il Campionato. Per ora si godono la leadership Kika tra i Crociera/Regata e Swasa tra i Gran Crociera, ma nell’ultima giornata di gare si rimetterà tutto in gioco.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here