SHARE

Saint Lucia- ARC 2015 in bilico tra record e traversate in sicurezza… Che Team Brunel sia un Volvo Ocean 65 appare chiaro dalle sue scelte tattiche che lo vedono in testa all’Atlantic Rally for Cruisers, impegnato nel tentativo di battere il record della traversata (8g 14h 39m 51s) detenuto da Leopard of London. Osservando il tracking si nota benissimo che il bordeggio in poppa maniene sempre il VO65 con lo stesso angolo al vento (sui 135°), ovvero per la configurazione di vele che dà il Vmg migliore per i monotipi della Volvo Ocean Race, che come ormai tutti i moderni racer disconosce il concetto di “poppa”. Passata in serata di venerdì la barriera delle 1.000 miglia all’arrivo, Brunel ha la chance di farcela ma dovrà mantenere una percorrenza di almeno 330 miglia al giorno per i prossimi tre giorni.

Le tracce delle barche italiane e di Team Brunel. Evidente iul bordeggio in poppa del VO65 per mantenere la massima Vmg. La traccia di Durlindana 3 è invece molto più rettilinea e prossima all'ortodromica
Le tracce delle barche italiane alle 16 UTC di venerdi e quella di Team Brunel. Evidente il bordeggio in poppa del VO65 (traccia marrone, in testa) per mantenere la massima Vmg. La traccia di Durlindana 3 (in arancione) è invece molto più rettilinea e prossima all’ortodromica. Durlindana 3 si trova a 1.428 miglia dall’arrivo e naviga costantemente sopra i 10 nodi. In alto a sinistra si vede la traccia viola di Duffy che sta tornando alle Canarie dopo il disalberamento. Gli mancano un centinaio di miglia a El Hierro. In verde lo Swan 46 Milanto di Valerio Bardi, anche lui autore di una buona regata, a 1.801 miglia. In grigio il Lagoon 52 Zenaide a 1.846 miglia. In giallo lo Swan 56 Why Not a 1.906 miglia. In azzurro il J/V Kleronia a 1.932 miglia. In bianco l’Oceanis 50 Y2K a 1.952 miglia. Chiudono la flotta italiana i tranquilli Baltic 38 Obelix (in marrone) a 2.080 miglia e il Bavaria 38 My Dream, a 2.093 miglia dall’arrivo.

Molto più rettilinea e puggiata, invece, la traccia di Durlindana 3, che sta facendo una splendida regata mantenendo le promesse agonistiche fatteci dall’armatore Giancarlo Gianni a Las Palmas. Il Carroll Marine 60 è al momento accreditato del secondo posto overall nella classe Racing e terzo in reale, dietro a Brunel e all’enorme Southern Wind da 31 metri Farfalla, che però è a portata dell’equipaggio romano.

L'equipaggio di Durlindana 3, autore sin'ora di un'ottima regata all'ARC. Foto Tognozzi
L’equipaggio di Durlindana 3, autore sin’ora di un’ottima regata all’ARC. Foto Tognozzi
Lo Swan 56 Why Not
Lo Swan 56 Why Not
Team Brunel poco prima dello start della classe Racing all'ARC
Team Brunel poco prima dello start della classe Racing all’ARC

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here